Leclerc: "L'anno scorso ero più teso, oggi conosco di più l’ambiente della F1"

condivisioni
commenti
Leclerc:
Di:
14 mar 2019, 09:21

Il monegasco che fa il suo debutto nel mondiale sulla Ferrari mostra una calma serafica che stupisce il paddock. Charles è consapevole di essere il secondo di Maranello ma "...fa parte del mio lavoro provare a cambiare queste cose".

Barcellona chiama Melbourne. Il quadro è molto facile da decifrare: chi nei test pre-campionato non ha ottenuto riscontri esaltanti, spera che l’asfalto di Albert Park e le miti temperature australiane possano ribaltare la situazione.

Chi è uscito da Montmelò con il sorriso, auspica che la pista australiana confermi quanto visto nelle prove spagnole, e in questo gruppo c’è indubbiamente Charles Leclerc. “Il bilancio”, sottolinea sempre Leclerc, riferendosi al bilanciamento della SF90, è quella l’arma più affilata con cui attaccare la Mercedes.

Il monegasco spera che il weekend di Albert Park porto solo delle gran conferme, per il resto, alla vigilia del suo primo fine settimana in Rosso, non aspettiamoci di vedere un ragazzo emozionato o teso.

Nulla di tutto ciò, anche quando ormai mancano poche ore all’accendersi del semaforo verde alla fine della pit-lane. Per Leclerc un giovedì di routine, tra incontri promozionali, interviste ed una piccola pausa con gli amici giunti nel paddock di Albert Park. Come se tutto fosse così normale...

Leggi anche:

Eri più emozionato un anno fa alla vigilia del debutto in Formula 1 o oggi alla vigilia del tuo debutto in Ferrari?
“Provo sempre a mettere da parte le emozioni, l’obiettivo è essere concentrati sul lavoro. Ma forse lo scorso anno era un po' più teso, oggi va meglio perché conosco di più l’ambiente della Formula 1”.

Lo scorso anno hai avuto bisogno di qualche gara per esprimerti al meglio, ti sei dato un tempo di ambientamento anche in questa stagione?
“Vediamo come andrà nelle prime prove domani, come mi sentirò in macchina, è una pista diversa rispetto a Barcellona, ma mi sento più pronto rispetto a dodici mesi fa”.

Il team ha chiarito che sarà Sebastian il primo pilota nella prima parte di stagione. Senti di dover provare a cambiare questo status al più presto?
“Comprendo perfettamente la decisione, in ogni squadra ci deve essere un numero uno e un numero due se ci si ritrova a lottare alla pari. Ma fa parte del mio lavoro anche il provare a cambiare queste cose, ho ancora molto da imparare ma spingerò in questa direzione”.

La squadra ha ribadito di aver fatto la scelta giusta nel puntare su di te. Questo aumenta un po' la pressione?
“No, per niente. Alla fine mi sto concentrando sul lavoro, su quello che devo fare in pista e fuori dalla macchina, nel lavoro con gli ingegneri. Sono abbastanza sicuro che i risultati arriveranno, ed è molto bello sapere che il team pensi di aver fatto la scelta giusta. Ora tocca a me dimostrarlo in pista”.

Cosa ne pensi del punto che sarà assegnato al giro più veloce? Può essere importante?
“Se ne hai la possibilità, meglio prenderlo. Ci sono stati campionati assegnati per un punto, quindi se di creeranno delle condizioni di grande equilibrio può diventare importante”.

Quali valutazioni hai fatto al termine dei test pre-campionato? Credi anche tu che la Ferrari sia la macchina da battere?
“Non sono così convinto. Nelle prove non sappiamo sapere con precisione quali sono i valori in campo, la Mercedes, ad esempio, non ha mai fatto un giro veramente veloce fino alla fine del test, la risposta arriverà solo in qualifica sabato pomeriggio”.

 

Sei preoccupato dai problemi di affidabilità emersi nel finale dei test di Barcellona?
“Sono tranquillo, il lavoro che doveva essere svolto è stato fatto. Poi il risultato lo vedremo in pista, ma sono fiducioso”.

Il tuo stile di guida sembra essere differente da quello di Seb...
“Siamo un po' diversi in frenata, senza andare troppo nei dettagli, un modo di guidare un po' diverso”.

Quali sono i punti di forza fin qui confermati dalla SF90?
“Il bilanciamento e la guidabilità”.

Avrete nuove evoluzioni sulla monoposto questo weekend?
“Alcune cose, pochi, ma sono fiducioso di avere la stessa macchina guidata nei test. La guidabilità e l'agilità della macchina sono state eccellenti, poi vedremo in qualifica dove saremo rispetto ai nostri avversari. Io sono fiducioso, dobbiamo solo aspettare il verdetto di sabato”.

Scorrimento
Lista

Sebastian Vettel, Ferrari e Charles Leclerc, Ferrari, si dirigono verso l'evento a Federation Square

Sebastian Vettel, Ferrari e Charles Leclerc, Ferrari, si dirigono verso l'evento a Federation Square
1/14

Foto di: Glenn Dunbar / LAT Images

Casco di Charles Leclerc, Ferrari

Casco di Charles Leclerc, Ferrari
2/14

Foto di: Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari, Mattia Binotto, Team Principal Ferrari e Charles Leclerc, Ferrari, si dirigono verso l'evento a Federation Square

Sebastian Vettel, Ferrari, Mattia Binotto, Team Principal Ferrari e Charles Leclerc, Ferrari, si dirigono verso l'evento a Federation Square
3/14

Foto di: Glenn Dunbar / LAT Images

Casco di Charles Leclerc, Ferrari

Casco di Charles Leclerc, Ferrari
4/14

Foto di: Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari, e Alexander Albon, Scuderia Toro Rosso

Charles Leclerc, Ferrari, e Alexander Albon, Scuderia Toro Rosso
5/14

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Casco di Charles Leclerc, Ferrari

Casco di Charles Leclerc, Ferrari
6/14

Foto di: Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari, con Jock Clear, ingegnere di pista, Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari, con Jock Clear, ingegnere di pista, Ferrari
7/14

Foto di: Andy Hone / LAT Images

Robert Kubica, Williams Racing e Charles Leclerc, Ferrari, si dirigono verso l'evento a Federation Square

Robert Kubica, Williams Racing e Charles Leclerc, Ferrari, si dirigono verso l'evento a Federation Square
8/14

Foto di: Glenn Dunbar / LAT Images

Mark Webber, Mattia Binotto, Team Principal Ferrari, Sebastian Vettel, Ferrari, Charles Leclerc, Ferrari

Mark Webber, Mattia Binotto, Team Principal Ferrari, Sebastian Vettel, Ferrari, Charles Leclerc, Ferrari
9/14

Foto di: Erik Junius

Charles Leclerc, Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari
10/14

Foto di: Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari SF90

Charles Leclerc, Ferrari SF90
11/14

Foto di: Jerry Andre / Sutton Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90

Charles Leclerc, Ferrari SF90
12/14

Foto di: Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari, ispeziona il circuito con il suo team

Charles Leclerc, Ferrari, ispeziona il circuito con il suo team
13/14

Foto di: Mark Sutton / Sutton Images

Mattia Binotto, Team Principal Ferrari e Charles Leclerc, Ferrari, si dirigono verso l'evento a Federation Square

Mattia Binotto, Team Principal Ferrari e Charles Leclerc, Ferrari, si dirigono verso l'evento a Federation Square
14/14

Foto di: Glenn Dunbar / LAT Images

Prossimo Articolo
Ferrari: il turning vanes sotto al telaio della SF90 ha quattro soffiaggi

Articolo precedente

Ferrari: il turning vanes sotto al telaio della SF90 ha quattro soffiaggi

Prossimo Articolo

L'erede di Charlie Whiting è Michael Masi, direttore della pista di Melbourne

L'erede di Charlie Whiting è Michael Masi, direttore della pista di Melbourne
Carica commenti
Be first to get
breaking news