Leclerc: "Il format di Silverstone potrebbe favorire la Ferrari"

Charles Leclerc ha spiegato per quale motivo il GP di Gran Bretagna possa essere un'occasione da sfruttare per la Ferrari: "Siamo bravi a preparare i weekend. A Silverstone avremo una sessione di libere fondamentale prima delle Qualifiche".

Leclerc: "Il format di Silverstone potrebbe favorire la Ferrari"

La Ferrari si appresta a prendere parte al Gran Premio di Gran Bretagna, che quest'anno ospiterà una novità epocale per la Formula 1: la Sprint Qualifying. Si tratterà di una gara di 100 km che verrà disputata sabato pomeriggio e andrà a delineare la griglia di partenza del gran premio che si disputerà regolarmente domenica.

Silverstone ha un disegno che, così come il Paul Ricard, metterà sotto stress le gomme anteriori delle monoposto. Al Gran Premio di Francia le Ferrari hanno denotato diversi problemi di degrado, per questo motivo il team di Maranello inizierà il fine settimana con diversi dubbi sulle spalle.

Sebbene la pista britannica rappresenti diversi punti di domanda, Charles Leclerc pensa che il nuovo format che sarà utilizzato per la prima volta proprio in Inghilterra possa rappresentare una grande occasione per la Ferrari. Ecco perché.

"Il format del weekend sarà abbastanza differente. Le Libere 1 saranno cruciali. Penso che saremo molto occupati, saremo tanto in pista. Sarà molto importante capire subito la macchina, cercare di configurare rapidamente la macchina per le qualifiche e poi dovremo mantenere la vettura così per tutto il weekend. Sarà importante preparare bene il weekend, per noi è uno dei punti di forza principali. Siamo molto bravi a preparare la macchina. Normalmente non cambiamo molto la macchina, speriamo di trarre vantaggio di questa nostra caratteristica in questo fine settimana".

Leclerc ha poi parlato delle aspettative che ha per il weekend di Silverstone. Il desiderio del monegasco è quello di avere una Ferrari più forte in qualifica rispetto a quanto visto nella doppia uscita al Red Bull Ring, ma che possa mantenere l'efficacia vista sul passo gara la domenica.

"In Austria siamo stati meno forti in qualifica, ma molto forti in gara. Qui speriamo di essere un po' più forti un qualifica, mantenendo però il nostro ritmo in gara. Non dimentichiamo però quanto avvenuto al Paul Ricard, con i problemi alle gomme anteriori. Silverstone è una pista abbastanza difficile per le gomme anteriori, quindi dobbiamo prenderci cura di questo e speriamo di aver atto un lavoro abbastanza buono per cercare di evitare il problema in questo fine settimana".

"Non so cosa mi piace di questa pista, so solo che mi piace, soprattutto con queste macchine. Andiamo molto veloce nelle curve veloci, ad esempio Becketts, Copse. E' molto eccitante. Mi piace il ritmo che hanno. E' stata una delle mie piste in cui sono andato forte. Spero di aver un buon fine settimana".

Infine, Charles ha sottolineato come già alla fine del Gran Premio d'Austria sia riuscito a parlare con Perez e a chiarirsi riguardo quanto accaduto tra i due in gara. Il dialogo tra i due ha portato a un immediato chiarimento.

"Ho parlato con Perez e ci siamo chiariti subito. Ha detto di essere andato un po' troppo oltre e poi ci siamo visti circa 20 minuti dopo la gara. L'adrenalina era scesa e si è scusato. Quindi non ci sono risentimenti o altro. Ovviamente durante la gara ero abbastanza frustrato. Pensavo di avere più ritmo ma non ho potuto mostrarlo, ma va bene. Fa parte delle corse e guarderò solo avanti.

condivisioni
commenti
Fotogallery: ecco come saranno le Formula 1 2022

Articolo precedente

Fotogallery: ecco come saranno le Formula 1 2022

Prossimo Articolo

Piola: “La F1 2022 punta sulla semplificazione aerodinamica”

Piola: “La F1 2022 punta sulla semplificazione aerodinamica”
Carica commenti
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021