Leclerc: "Ho sbagliato, ma era dura guidare questa Ferrari"

Il monegasco si è dovuto ritirare per un bruttissimo incidente al 26° giro del GP di Monza a causa di un suo errore, ma la Ferrari non va e Charles nella prima parte non riusciva nemmeno ad avvicinarsi alla zona punti.

Leclerc: "Ho sbagliato, ma era dura guidare questa Ferrari"

Non poteva andare peggio di così il Gran Premio d'Italia per la Ferrari, con entrambe le Rosse ritirate in nemmeno metà gara.

Il Cavallino Rampante torna a casa da Monza con due zero mestissimi: prima quello di Sebastian Vettel a causa di un problema a freni dopo appena 6 giri, ma lo spavento più grande l'ha corso Charles Leclerc.

Il monegasco alla tornata numero 26 ha perso il controllo della sua SF1000 in uscita della "Parabolica", finendo ad una velocità stimata di circa 220km/h contro le barriere.

In quel momento il monegasco era risalito quarto sfruttando una sosta anticipata e la Safety Car uscita per il K.O. della Haas di Kevin Magnussen, piazzando anche un doppio sorpasso alla ripartenza alle Alfa Romeo di Kimi Raikkonen ed Antonio Giovinazzi.

Ma arrivato all'ultima curva, la SF1000 si è intraversata e con l'effetto pendolo ha spedito Charles contro il muro di gomme, facendo correre un brivido lungo la schiena di tutti fino a quando il ferrarista non è sceso dall'abitacolo.

"Fisicamente mi sento più o meno a posto, ho un po' mal di testa, ma credo sia normale dopo una botta del genere", dice Leclerc, che poi spiega la dinamica dell'incidente assumendosi le colpe.

"Non abbiamo avuto alcun problema tecnico, l'incidente è colpa mia, ho perso il controllo della macchina. Fino a quel momento la gara era stata molto difficile, col primo set di gomme ho sofferto parecchio e poi c'è stato il caos della Safety Car con la pit-lane chiusa".

"Purtroppo anche con la mescola dure ho avuto parecchi grattacapi, ho provato a spingere, ma alla "Parabolica" l'ho persa. Errore mio, sinceramente non so se ho chiesto troppo alla vettura, probabilmente sì visto che sono finito a muro, ma era molto difficile da guidare e ho cercato di fare il massimo pur avendo un sacco di problemi di bilanciamento".

I problemi della Ferrari sono ormai noti da tempo e la prossima settimana ci saranno da festeggiare i 1000 Gran Premi della storia del Cavallino Rampante, sperando in qualcosa di meglio di quanto visto tra Belgio e Brianza.

"Il momento è duro, sapevamo che fra Spa e Monza sarebbero stati due weekend difficili, bisogna guardare avanti con la speranza che al Mugello possa andare meglio. Sulla carta dovrebbe essere così, fisicamente sto bene, sfrutterò i 3-4 giorni che abbiamo per recuperare e concentrarmi sul prossimo impegno".

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
1/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
2/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
3/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
4/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
5/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, in pit lane
Charles Leclerc, Ferrari SF1000, in pit lane
6/20

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
7/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
8/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
9/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
10/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
11/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
12/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
13/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
14/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari con la sua ragazza Charlotte Siné arrivano in pista
Charles Leclerc, Ferrari con la sua ragazza Charlotte Siné arrivano in pista
15/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari con la sua ragazza Charlotte Siné arrivano in pista
Charles Leclerc, Ferrari con la sua ragazza Charlotte Siné arrivano in pista
16/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
17/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Romain Grosjean, Haas VF-20
Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Romain Grosjean, Haas VF-20
18/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
19/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
20/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
F1, Monza: Hamilton penalizzato, vince Gasly!
Articolo precedente

F1, Monza: Hamilton penalizzato, vince Gasly!

Prossimo Articolo

Ferrari: ritirato l'appello al Tribunale Internazionale della FIA

Ferrari: ritirato l'appello al Tribunale Internazionale della FIA
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021