Leclerc: "Fuori dalla Q3 per un cambio gomme troppo in anticipo"

Il monegasco della Ferrari si è scusato per un team radio troppo diretto dopo l'eliminazione dalla Q2 a Spa, ma ha anche sottolineato come l'ultimo cambio gomme sia stato fatto troppo in anticipo, a suo avviso.

Leclerc: "Fuori dalla Q3 per un cambio gomme troppo in anticipo"

Se le due sssioni di prove libere svolte ieri a Spa-Francorchamps, sede del Gran Premio del Belgio 2021 di Formula 1, si erano rivelate interlocutorie, oggi le Qualifiche hanno dato una fotografia più chiara riguardo la competitività delle Ferrari.

Entrambe le SF21, quelle di Charles Leclerc e Carlos Sainz Jr, sono state eliminate al termine del Q2. Questo ha costretto i due piloti della Rossa a finire anzitempo le Qualifiche e li porterà a partire oltre le prime 5 file dello schieramento.

Carlos Sainz ha commesso un errore nel suo ultimo tentativo con gomme intermedie, per questo ha abortito il giro con la certezza di non avere speranze di passare in Q3. Leclerc, invece, si è migliorato leggermente nel suo ultimo giro lanciato, ma non a sufficienza.

Nel giro di rientro, Leclerc è stato autore di un team radio chiaro nei confronti del suo team: "Ragazzi, dobbiamo parlare...". Poche parole, frutto di frustrazione di chi pensava di poter piazzare la propria monoposto in Q3 e, invece, si è visto eliminare proprio nel corso degli ultimi secondi della sessione.

Al termine delle Qualifiche, Leclerc ha spiegato perché fosse così frustrato, scusandosi anche con la propria squadra. Dopo aver fatto questo, ha anche spiegato di ritenere - a posteriori - errata la scelta di aver messo l'ultimo set nuovo di gomme intermedie così in anticipo rispetto ai rivali. Anche questo, in fin dei conti, si è rivelato un aspetto decisivo nel risultato odierno delle Ferrari.

"A fine sessione avevo un po' troppa adrenalina addosso, ho esagerato con le parole, però pensavo potessimo passare in Q3, soprattutto dopo il lavoro fatto dalla squadra nelle Libere 3. Avevamo fatto una fatica enorme, ma eravamo più competitivi. Non abbiamo fatto nessun miracolo, ma penso che avremmo potuto farcela. Ci mancava passo. Non sappiamo ancora la motivazione. Non avevamo il passo per lottare per la Top 5. Ma penso proprio che avessimo il potenziale per entrare nella Top 10.".

"Forse in Q2 abbiamo cambiato le Intermedie prima del previsto, prima degli altri, e quello ci ha penalizzato. Ho visto poi ai box che stava arrivando la pioggia forte dai radar ed è per quello che abbiamo messo le intermedie un po' prima del previsto. E' facile parlare dopo, ma forse le abbiamo messere troppo presto e non ha pagato. Era difficile".

Il team del Cavallino Rampante ha lavorato molto sugli assetti nel corso dell'ultima sessione di libere svolta questa mattina. Nelle Qualifiche questo lavoro non ha pagato, perché sembra che le SF21 fossero tarate per la pista asciutta. Però Leclerc pensa che domani possa essere una risorsa in caso di condizioni meteo miste.

"Domani se la pista è asciutta ci può aiutare dopo il lavoro fatto oggi. Sarà una gara molto difficile. Le condizioni saranno quelle che ci sono spesso qui, con asciutto e bagnato che si alternano. Speriamo solo di essere più fortunati rispetto alla prima parte di stagione e avere una bella gara domani".

Leclerc ha anche voluto esprimere la propria gioia nel veder uscire Norris dalla propria vettura dopo il terribile incidente che lo ha visto protagonista all'inizio della Q3, all'Eau Rouge. Senza dimenticare di sottolineare i cambiamenti previsti per la prossima stagione sul tracciato di Spa, che nel corso degli ultimi anni ha presentato situazioni molto pericolose e, purtroppo, addirittura mortali come 2 anni fa, quando a perdere la vita fu Anthoine Hubert.

"L'incidente di Lando è stato davvero spaventoso. Mi sono spaventato io a vederlo, così come tutti quanti. Un incidete nello stesso posto in cui ho perso un amico due anni fa. E' stato davvero bello vedere Lando uscire autonomamente dalla propria monoposto. Ma, per quanto riguarda il tracciato, sappiamo che c'è qualcosa che dovrà essere modificato. E i cambiamenti sono previsti per la prossima stagione, credo. Ed è bello sapere che sia così. Sono davvero felice che non sia successo niente a Lando".

"Io credo che uno dei grossi problemi sia legato al fatto che le monoposto vadano a sbattere vicinissime al tracciato e che poi queste rientrino in pista. E' ciò che sarà cambiato nella pista a partire dal prossimo anno, con le modifiche previste. E' la cosa giusta da fare", ha concluso Leclerc.

condivisioni
commenti
F1: Verstappen in pole a Spa. Eroico Russell secondo, sbatte Norris

Articolo precedente

F1: Verstappen in pole a Spa. Eroico Russell secondo, sbatte Norris

Prossimo Articolo

Russell, secondo e incredulo: "Non avevo nulla da perdere"

Russell, secondo e incredulo: "Non avevo nulla da perdere"
Carica commenti
Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Formula 1
21 set 2021
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021
Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA Prime

Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA

Emerson Fittipaldi non è stato soltanto uno dei più grandi talenti mai apparsi in Formula 1, ma ha scritto pagine di storia indelebili anche in IndyCar. Nigel Roebuck ne ripercorre la carriera attraverso le parole del brasiliano.

Formula 1
16 set 2021