Leclerc e Vettel, voglia di Mugello: "La F1 ci torni presto!"

Mugello, esame F1 superato a pieni voti. Leclerc e Vettel entusiasti della pista toscana, dimostratasi luogo ideale per riassaporare una guida "tirata" senza possibilità di errore. Ora i piloti del Circus spingono per tornarci anche in futuro.

Leclerc e Vettel, voglia di Mugello: "La F1 ci torni presto!"

Nonostante il weekend del Mugello non abbia riservato a Charles Leclerc grandi soddisfazioni, il monegasco ha promosso a pieni voti la pista, confermando di preferire la tipologia di tracciati molto impegnativi e soprattutto che non perdonano errori. Dopo la gara è stato chiesto a Charles e a Sebastian Vettel se preferiscono piste come Spa, dove le vie di fuga sono completamente in asfalto, o Mugello, dove gli spazi esterni sono una distesa di ghiaia.

“Ghiaia! – ha risposto Leclerc - alla fine siamo piloti, quella che affrontiamo qui al Mugello è una sfida più grande, e mi diverto di più quando devi percorrere dei tratti in pieno sapendo che se sbagli paghi un conto salato. È decisamente più semplice quando sbagli e puoi tornare in pista cinquanta metri dopo senza conseguenze, è una sfida molto impegnativa, quindi per me ghiaia”.

La maggioranza dei piloti sembra allineata con la visione del ferrarista, che ha anche proposto una piccola via di mezzo che non condanni un pilota quando si ritrova (soprattutto in gara) costretto a mettere le ruote un po' oltre la sede stradale. “Potrebbe essere una buona idea avere cinquanta centimetri di erba prima della ghiaia, in modo da non condannare del tutto un pilota che per vari motivi può essere finito leggermente fuori traiettoria – ha confermato il monegasco – questo eviterebbe anche di non portare ghiaia in pista, che è un elemento fastidioso come abbiamo visto”.

Leclerc ha anche confermato che vorrebbe vedere il circuito del Mugello come una tappa fissa nel Mondiale di Formula 1, eventualità al momento poco probabile: “Mi sono davvero divertito questo fine settimana, la pista in generale è stata una variabile divertente, quindi mi piacerebbe ritrovarla come tappa fissa in calendario. Poi abbiamo visto anche una gara speciale, ed ammetto che prima della gara ero un po' scettico sulla possibilità di vedere dei sorpassi. Le previsioni sono state smentite, e la pista si è confermata fantastica anche domenica, quindi spero di tornarci presto”.

“Sarebbe bello tornarci in futuro – ha confermato anche Vettel – credo che a tutti i piloti piacciano i cambi di pendenza ad alta velocità. In merito alla gara credo che il caos che ha reso necessario le bandiere rosse non sia stato legato alle caratteristiche della pista, e nonostante tutti i timori della vigilia abbiamo visto che si può superare. Sarebbe bello avere un circuito così come tappa fissa del Mondiale”.

In merito alla questione ghiaia-asfalto Seb ha una proposta che potrebbe conciliare la sicurezza con le caratteristiche di una pista molto selettiva come il Mugello: “Abbiamo visto un paio di incidenti nel corso del weekend, e abbiamo notato che la ghiaia non rallenta molto la macchina. Forse si potrebbe pensare ad una soluzione intermedia, con una striscia di ghiaia subito ai lati della pista che impedisca di andare larghi senza conseguenze e subito dopo l’asfalto, per permettere di rallentare di più in caso di perdita di controllo della monoposto. Non è facile trovare il giusto compromesso, ma da parte mia trovo che le grandi via di fuga in asfalto tolgano un po' l’anima alle piste rendendole facilmente abbordabili senza rischiare di pagare un conto elevato”.

condivisioni
commenti
Report F1: la Ferrari non ha finito la "purga"

Articolo precedente

Report F1: la Ferrari non ha finito la "purga"

Prossimo Articolo

Camilleri: "Recuperare? Speriamo che il 2022 sia un reset"

Camilleri: "Recuperare? Speriamo che il 2022 sia un reset"
Carica commenti
Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Formula 1
21 set 2021
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021
Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA Prime

Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA

Emerson Fittipaldi non è stato soltanto uno dei più grandi talenti mai apparsi in Formula 1, ma ha scritto pagine di storia indelebili anche in IndyCar. Nigel Roebuck ne ripercorre la carriera attraverso le parole del brasiliano.

Formula 1
16 set 2021