Leclerc è il "carico" della Ferrari e la FIA lo grazia

Il monegasco ha "domato" una Ferrari con un assetto molto scarico, mostrando tutto il suo talento con il quarto tempo. Graziato anche per un unsafe release.

Leclerc è il "carico" della Ferrari e la FIA lo grazia

Quando si è sotto i riflettori una pagliuzza diventa una frase. Era bastata una gara terminata alle spalle di Sebastian Vettel per avvertire qualche spiffero su un Charles Leclerc demotivato dalla scarsa competitività della SF1000.

Meno di due settimane dopo ecco la risposta, con due giri capolavoro nelle qualifiche di Silverstone che hanno inaspettatamente portato la Ferrari nella seconda fila del Gran Premio di Gran Bretagna.

Lo stupore e la felicità di Leclerc la dicono lunga sulle aspettative della vigilia, e la motivata soddisfazione di Charles è tipica di chi ha portato la monoposto oltre il massimo traguardo previsto. Nel box del Cavallino hanno percorso l’unica via possibile per provare (almeno in qualifica) ad avvicinare la monoposto alle prime posizioni.

Assetto scarico per recuperare quella velocità di punta che la power unit Ferrari non può garantire, e palla passata ai piloti per provare a star dentro nei tratti più critici di Silverstone, dove senza carico aerodinamico la vita si complica parecchio.

Leggi anche:

In condizioni critiche è emerso Leclerc, che in Q2 e Q3 ha completato due giri da urlo riuscendo a domare per quanto possibile le leggi della fisica anticipando ogni reazione della sua vettura. Alla fine è arrivato un quarto posto, con il monegasco a 102 millesimi da Verstappen, e qualche ora dopo è sfumato anche il timore di una penalità per un sospetto ‘unsafe release’ durante la Q3.

Charles è una risorsa cruciale per la Ferrari. In un momento in cui sul fronte tecnico il gap con la concorrenza è evidente, nel box del Cavallino sanno almeno di non pagare nulla in quella zona della monoposto che va dal volante all’air-scoop.

I miracoli, però, in Formula 1 non esistono, almeno non in forma permanente. Leclerc e la Ferrari sanno molto bene che domani i cinquantadue giri di gara saranno tutti in salita, anche se Charles potrà contare al via sulle gomme medie.

Una piccola riserva di ossigeno, ma il setup della SF1000 nei long-run di ieri non ha dato grandi risposte, a conferma che senza downforce la gestione degli pneumatici diventa un punto critico. Questo indipendentemente dalla temperatura e dalle condizioni della pista.

Ma serviva rivedere un po' di luce, una dose di positività da regalare ad una squadra in cui, indipendentemente dai risultati, il lavoro è sempre stato molto. E oggi Leclerc ha riportato la ‘rossa’ dove spera di tornare in pianta stabile al più presto.

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, nel Parc Ferme dopo la qualifica
Charles Leclerc, Ferrari SF1000, nel Parc Ferme dopo la qualifica
1/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
2/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
3/21

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, sul ponte del controllo peso
Charles Leclerc, Ferrari SF1000, sul ponte del controllo peso
4/21

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
5/21

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Meccanici in piedi vicino alla, Ferrari SF1000, di Charles Leclerc
Meccanici in piedi vicino alla, Ferrari SF1000, di Charles Leclerc
6/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
7/21

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
8/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
9/21

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
10/21

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
11/21

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
12/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
13/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
14/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari
Charles Leclerc, Ferrari
15/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari
Charles Leclerc, Ferrari
16/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
17/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
18/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
19/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
20/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
21/21

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Mercedes gioca da sola: gli altri si sono già arresi?

Articolo precedente

Mercedes gioca da sola: gli altri si sono già arresi?

Prossimo Articolo

Fotogallery F1: le Qualifiche del GP di Gran Bretagna

Fotogallery F1: le Qualifiche del GP di Gran Bretagna
Carica commenti
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021
Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA Prime

Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA

Emerson Fittipaldi non è stato soltanto uno dei più grandi talenti mai apparsi in Formula 1, ma ha scritto pagine di storia indelebili anche in IndyCar. Nigel Roebuck ne ripercorre la carriera attraverso le parole del brasiliano.

Formula 1
16 set 2021
Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia" Prime

Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia"

In questa nuova puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Federica Masolin, giornalista e presentatrice della Formula 1 di Sky Sport. Federica si racconta, ripercorrendo gli anni di una carriera in giro per il mondo, di una vita piena di passioni e viaggi. Da piccola, il suo desiderio era diventare una rockstar. Poi, l'amore per lo sport le ha fatto cambiare idea...

Formula 1
16 set 2021
Ceccarelli: “Fra Max e Lewis vedremo altri contatti” Prime

Ceccarelli: “Fra Max e Lewis vedremo altri contatti”

Torna la rubrica del mercoledì mattina firmata Motorsport.com. In quest puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli tornano a parlare di quanto successo a Monza tra Lewis Hamilton e Max Verstappen. Non è la prima volta che i due vanno a contatto e non sarà nemmeno l'ultima, secondo Ceccarelli...

Formula 1
15 set 2021
"L'inutilità dell'Halo" e altri racconti di fantascienza Prime

"L'inutilità dell'Halo" e altri racconti di fantascienza

Puntata de Il Primo degli Ultimi dedicata a tutti coloro che criticano l'Halo, anche davanti alla sua indubbia utilità. Anche dopo quanto successo in quel di Monza tra Hamilton e Verstappen...

Formula 1
14 set 2021
Bobbi: "Max-Lewis, concorso di colpa. Ma Verstappen..." Prime

Bobbi: "Max-Lewis, concorso di colpa. Ma Verstappen..."

Analizziamo il GP d'Italia di Formula 1 vinto da Daniel Ricciardo su McLaren con Matteo Bobbi e Marco Congiu. Oltre al vincitore, a creare polemica è l'incidente che vede coinvolti Max Verstappen e Lewis Hamilton, con il pilota olandese che - nonostante il concorso di colpa - pare essere il maggior responsabile

Formula 1
13 set 2021