Le leggende della F1 rendono omaggio a Frank Williams

Il lunedì successivo al GP d'Inghilterra numerosi piloti e volti noti della Formula 1 hanno reso omaggio a Frank Williams nel corso di una messa commemorativa tenutasi a Westminster.

Le leggende della F1 rendono omaggio a Frank Williams
Carica lettore audio

La messa commemorativa di ringraziamento tenutasi nella cattedrale di Westminster è stata fissata per il giorno successivo al GP di Gran Bretagna così da consentire al maggior numero possibile di personaggi della F1 di essere presenti.

Oltre 600 persone hanno partecipato alla funzione. Molti erano gli ex piloti Williams come Nigel Mansell, Damon Hill, Jenson Button, Valtteri Bottas, Nick Heidfeld, Martin Brundle, Antonio Pizzonia e Jonathan Palmer, ma tra gli altri era presente anche Mika Hakkinen.

L'organizzazione della F1 era rappresentata da Stefano Domenicali e Ross Brawn. Quest'ultimo ha iniziato la sua carriera in questo sport con il team Wolf-Williams nel 1976.

Tra i team principal sia attuali che del passato hanno partecipato Ron Dennis, Eddie Jordan, David Richards, Christian Horner, Andreas Seidl, Otmar Szafnauer e Jost Capito. Ovviamente non potevano mancare decine di attuali ed ex membri del team Williams provenienti da tutti i settori dell'organizzazione, guidati da Sir Patrick Head e Adrian Newey.

Head ha letto un elogio funebre, osservando all'inizio come "Frank avrebbe odiato un elogio funebre" ed insistendo sul fatto di aver scritto invece un apprezzamento sul fondatore della scuderia.

Head ha poi ricordato di aver lasciato le corse automobilistiche per costruire una barca quando Williams lo contattò nel 1976. Guidò una Renault 4 da 40 sterline per il loro primo incontro in un hotel di Londra, dove gli fu offerto un lavoro che poi accettò e che portò a una collaborazione che durò quattro decenni.

Frank Williams, Damon Hill, Williams

Frank Williams, Damon Hill, Williams

Photo by: Motorsport Images

Head ha ricordato come Williams fosse "Pieno di energia ma non sempre ben indirizzata", aggiungendo che "la sua energia era contagiosa ed entusiasmava l'intero team" per poi concludere dicendo: "Ovunque sia il suo spirito, spero che senta ancora il suono dei motori da corsa spinti al limite"

Anche Jamie Berry, cognato di Frank, ha letto un elogio funebre a nome della famiglia Williams, sottolineando l'importanza che la sorella Ginny ha avuto sia nell'aiutarlo a costruire la squadra, sia a supportarlo in seguito all'incidente stradale del 1986 che ha lasciato Frank paralizzato.

Anche Ron Dennis ha tenuto una lettura, mentre il giornalista ed ex membro del team Williams, Peter Windsor, ha letto To Autumn di John Keats una delle poesie preferite di Frank.

Dopo la cerimonia, gli ospiti si sono riuniti al Royal Automobile Club di Pall Mall, dove la FW07 di Clay Regazzoni, che ha ottenuto la prima vittoria del team in F1 a Silverstone nel 1979, ha occupato un posto d'onore.

Leggi anche:
condivisioni
commenti
F1 | Pirelli, Isola: "Austria, gomme morbide per lo spettacolo"
Articolo precedente

F1 | Pirelli, Isola: "Austria, gomme morbide per lo spettacolo"

Prossimo Articolo

F1 | Mercedes: W13 ancora troppo rigida, ma ora si può sviluppare

F1 | Mercedes: W13 ancora troppo rigida, ma ora si può sviluppare