Le gomme di Senna usate a Donington nel 1993 diventano bracciali

La Mongrip ha creato degli esclusivi braccialetti con uno degli pneumatici che il brasiliano utilizzò per la spettacolare rimonta del primo giro sotto il diluvio inglese.

Le gomme di Senna usate a Donington nel 1993 diventano bracciali
Carica lettore audio

L'11 aprile 1993, Ayrton Senna scriveva nella storia della Formula 1 uno dei giri più belli di sempre.

Eravamo nella bagnatissima Donington e le condizioni meteo avevano praticamente annullato il deficit prestazionale tra la sua McLaren e le dominanti Williams. Il brasiliano partì alla grandissima e già alla prima curva fece capire di avere un altro passo presentandosi da quinto in classifica.

Il primo ad essere superato fu Michael Schumacher all'esterno della "Redgate", poi Senna salì terzo mettendosi alle spalle anche la Sauber di Karl Wendlinger nella discesa delle curve "Craner". Poco dopo pure Damon Hill dovette cedergli il passo all'ingresso della "McLeans" e infine toccò ad Alain Prost al tornantino "Melbourne" lasciare la leadership ad Ayrton.

Questa incredibile prova venne etichettata come "Il giro degli Dei" e rivista sul web milioni di volte, a simboleggiare il grande talento del sudamericano. E l'allora capo della McLaren, Martin Whitmarsh, fece di tutto per tenersi il volante della macchina a fine anno in ricordo dell'impresa.

Ora anche i fan possono avere qualcosa di simile, con uno speciale braccialetto creato in onore di Senna con una delle gomme utilizzate proprio in Inghilterra.

Bracciali con le gomme di Ayrton Senna
Bracciali con le gomme di Ayrton Senna
1/5

Foto di: Uncredited

Bracciali con le gomme di Ayrton Senna
Bracciali con le gomme di Ayrton Senna
2/5

Foto di: Uncredited

Bracciali con le gomme di Ayrton Senna
Bracciali con le gomme di Ayrton Senna
3/5

Foto di: Uncredited

Bracciali con le gomme di Ayrton Senna
Bracciali con le gomme di Ayrton Senna
4/5

Foto di: Uncredited

Augusto Farfus, Giancarlo Medici
Augusto Farfus, Giancarlo Medici
5/5

Foto di: Uncredited

Dal 2016 la Mongrip produce infatti oggettistica e collezioni particolari con gli pneumatici usati in F1. I braccialetti sono prodotti in Italia dall'azienda di Giancarlo Medici e fra i partner c'è anche il pilota Augusto Farfus, che ha brevettato l'utilizzo delle coperture per trasformarle in veri e propri gioielli.

Vengono analizzate le mescole di ogni singolo pneumatico, adattandole allo stile dei gioielli. Anche gli elementi in Kevlar mantengono il loro stato originale, dunque non esistono due bracciali uguali.

E il prodotto più prestigioso attualmente è proprio l'edizione limitata del Mongrip Legend, creata per celebrare i numeri di Senna al Donington Park.

Il bracciale ha una chiusura in oro a 18K con il famoso logo "S" di Senna e la cosa più affascinante è la parte creata con la gomma Goodyear di quel giorno.

Medici ha utilizzato i suoi contatti tra i collezionisti di cimeli di F1 per arrivare ad avere una delle gomme di Donington; successivamente ha presentato il progetto alla famiglia Senna ottenendo l'ok. Prelevando parti dalla spalla dello pneumatico, nei laboratori Mongrip si è arrivati alla creazione del bracciale.

Solo 161 pezzi sono disponibili, ovvero il numero delle gare cui ha preso parte Ayrton.

Il prodotto è quindi disponibile grazie all'approvazione della famiglia Senna, con il nipote Bruno che si è mostrato colpito dall'idea dell'utilizzo delle gomme dello zio.

"Ciò che mi ha stupito è che sono stati in grado di procurarsi uno degli pneumatici più incredibili mai usati da Senna in F1 - ha detto - Il GP di Donington del 1993 è chiaramente una delle esibizioni più spettacolari di Ayrton. Ho molti oggetti che ricordano mio zio, ma nessuno è particolare come questo braccialetto".

E nonostante il prezzo di €4.400 che sottolinea l'oggetto di lusso, è sicuramente unico pensare di poter indossare (e anche annusare) una parte di quel famosissimo momento ogni giorno.

Maggiori dettagli sul braccialetto di Senna e Mongrip sono disponibili sul sito www.mongrip.com.

Ayrton Senna, McLaren MP4/8 Ford

Ayrton Senna, McLaren MP4/8 Ford

Photo by: Motorsport Images

condivisioni
commenti
Vasseur: "18 gare in 6 mesi è troppo costoso per i team piccoli"
Articolo precedente

Vasseur: "18 gare in 6 mesi è troppo costoso per i team piccoli"

Prossimo Articolo

Caffi: "F1 moderna? Altro sport rispetto alla nostra!"

Caffi: "F1 moderna? Altro sport rispetto alla nostra!"
Carica commenti
Video | Bandiere: quali sono e come funzionano in F1 Prime

Video | Bandiere: quali sono e come funzionano in F1

Le bandiere in Formula 1 hanno molteplici significati: saperle riconoscere ad un primo sguardo è un requisito fondamentale per ogni pilota degno di questo nome. E voi, sicuri di conoscerle tutte? Scopriamolo insieme in questo nostro video

Formula 1
23 gen 2022
Video F1 | Piola: "La Haas senza evoluzioni ha limitato i distacchi!" Prime

Video F1 | Piola: "La Haas senza evoluzioni ha limitato i distacchi!"

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare con la lente d'ingrandimento della tecnica la monoposto presentata dal team Haas nella stagione 2021 di Formula 1. Una vettura dalla storia particolare, che è riuscita - nonostante tutto - a limitare i danni...

Formula 1
21 gen 2022
Video F1 | Piola: "Ecco perché la Williams ha mantenuto la sua identità tecnica" Prime

Video F1 | Piola: "Ecco perché la Williams ha mantenuto la sua identità tecnica"

In attesa delle nuove monoposto, continua l'analisi delle vetture protagoniste della Formula 1 2021. In questo nuovo video di Motorsport.com, la lente d'ingrandimento tecnica di Franco Nugnes e Giorgio Piola è sulla Williams, team che mai come nella passata stagione ha adottato soluzioni inedite...

Formula 1
18 gen 2022
Video | Piola: "Alfa Romeo: buona meccanica ma carente in aero" Prime

Video | Piola: "Alfa Romeo: buona meccanica ma carente in aero"

Alfa Romeo ha investito tutte le proprie risorse in vista della stagione 2022 di Formula 1. Ciononostante, la C41 si è rivelata una monoposto dalla valida base meccanica, come dimostrato tanto da Raikkonen quanto da Giovinazzi, ma carente a livello aerodinamico

Formula 1
16 gen 2022
Video | Piola: “L’Alpine ritrovata dopo il reset in galleria” Prime

Video | Piola: “L’Alpine ritrovata dopo il reset in galleria”

Torniamo a parlare dei team di Formula 1 partecipanti alla stagione 2021 e di come si sono evoluti nel corso dell'anno appena trascorso. Ora tocca all'Alpine: la scuderia di Enstone è tornata alla vittoria in Ungheria e a podio in Qatar, sapendo correggere il tiro in corso d'opera

Formula 1
14 gen 2022
Video F1 | Ceccarelli: “Come vincere le proprie resistenze” Prime

Video F1 | Ceccarelli: “Come vincere le proprie resistenze”

In compagnia di Franco Nugnes, del Dottor Riccardo Ceccarelli e della psicologa Alice Ferrisi di Formula Medicine, in questa puntata di Doctor F1 andiamo ad analizzare e comprendere quelli che sono i comportamenti di un pilota nel suo confronto con i propri limiti

Formula 1
12 gen 2022
Video F1 | Piola: "AlphaTauri più spinta dell'Alpine, meritava il 5° posto" Prime

Video F1 | Piola: "AlphaTauri più spinta dell'Alpine, meritava il 5° posto"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano i dettagli tecnici dell'AlphaTauri. Il team di Faenza, giunto sesto in classifica finale dietro all'Alpine, avrebbe meritato di più da questo 2021. Ecco perchè...

Formula 1
11 gen 2022
Video | Penalità in F1: quali sono e come si ottengono Prime

Video | Penalità in F1: quali sono e come si ottengono

Le penalità in Formula 1 sono tra gli argomenti più discussi dell'ultimo periodo. Spesso e volentieri hanno avuto voce in capitolo per decidere il vincitore di un GP, altre volte addirittura per annullare tutti i punti conquistati in una stagione. Ecco una panoramica approfondita e dettagliata per spiegare chi le commina, perché e di che tipo possono essere

Formula 1
9 gen 2022