La Williams ha scelto il nuovo CEO: arriva Jost Capito

Jost Capito, veterano dell'industria automobilistica tedesca, entrerà a far parte della Williams con il ruolo di CEO a partire dall'inizio di febbraio.

La Williams ha scelto il nuovo CEO: arriva Jost Capito

La squadra di Grove ha inoltre confermato che il team principal Simon Roberts assumerà il ruolo a tempo pieno.

Roberts riferirà a Capito, che a sua volta riferirà al grande capo del gruppo Dorilton e presidente della Williams, Matthew Savage.

Il 62enne Capito ha un curriculum molto importante, che lo ha visto lavorare per diversi costruttori e squadre di Formula 1 in diversi ruoli.

Ex pilota di moto e partecipante alla Parigi-Dakar, ha lavorato in BMW alla fine degli anni '80 come ingegnere per lo sviluppo dei propulsori, prima di passare alla Porsche in un ruolo manageriale in ambito motorsport nel 1989.

E' entrato in Sauber nel 1996 come membro del comitato direttivo e due anni dopo è diventato direttore operativo. E' rimasto per cinque anni nel team svizzero, sviluppando rapporti con Ford, Petronas e Red Bull.

Successivamente, è entrato in Ford nell'ottobre 2001 come responsabile dei veicoli speciali, spendendo una decade con vari ruoli all'interno dell'azienda, fino a diventare direttore performance e business del motorsport.

Nel maggio 2012 è diventato responsabile di Volkswagen Motorsport, supervisionando il programma plurititolato programma WRC, prima di passare alla McLaren come CEO nel settembre 2016. Tuttavia, è rimasto con il team di Woking solo cinque mesi.

Poi è tornato alla Volkswagen nel giugno del 2017 per gestire la divisione R performance car, prima lasciare la carica nel mese di ottobre. Successivamente, ha dichiarato sul suo profilo Linkedin di essere "alla ricerca di nuove sfide".

"E' un grande onore per me unirmi alla Williams Racing in questi momenti così emozionanti e impegnativi sia per la squadra che per la F1", ha dichiarato.

"E' un onore far parte del futuro di questo storico team, che porta un nome così importante in questo sport, quindi affronto questa sfida con grande rispetto e grande piacere".

Il boss di Dorilton e presidente della Williams, Matthew Savage, ha aggiunto: "E' una persona esperta e competitiva, che ha costruito squadre vincenti. Comprende l'eredità della Williams e lavorerà bene con la squadra per perseguire il nostro obiettivo di tornare nelle posizioni di vertice".

condivisioni
commenti
Fernley prende il posto di Domenicali alla FIA

Articolo precedente

Fernley prende il posto di Domenicali alla FIA

Prossimo Articolo

Stewart e quella volta che aiutò Spielberg a girare Indiana Jones

Stewart e quella volta che aiutò Spielberg a girare Indiana Jones
Carica commenti
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021