La Williams con l'arco della Mercedes

La FW38 mostrata oggi a Grove evidenzia un retrotreno molto affusolato che mette in luce un profilo aerodinamico curvilineo molto simile a quello visto nel 2015 sulle frecce d'argento

Se la Williams ha le bocche larghe dei radiatori per raffreddare meglio la power unit più potente della Mercedes, si può dire che ha un retrotreno molto rastremato: i tecnici diretti da Pat Symonds hanno fatto un grosso lavoro sulla FW38 che è stata mostrata oggi in anteprima. Le pance, infatti, si stringono molto alle spalle del pilota per esasperare la zona a Coca cola utile a far funzionare il diffusore.

L'aria calda dei pacchi radianti viene espulsa quasi in coda con gli sfoghi che si trovano fra i bracci della sospensione posteriore, risultando molto prossimi alla meccanica. Si tratta di una configurazione che potrà essere provata sulle piste più veloci, ma su altri tracciati la FW38 avrà certamente bisogno di una carrozzeria più aperta per garantire lo smaltimento del calore dei radiatori.

La freccia in alto evidenzia l'arco che la squadra di Grove ha scopiazzato dalla Mercedes. Le frecce d'argento, infatti, avevano una soluzione simile sulla W06 Hybrid dello scorso anno, ma era meno visibile a causa di una carrozzeria meno estrema di quella della Williams attuale. L'attaccatura del profilo curvilieneo in carbonio avviene sull'arco in metallo che regge il monopilone dell'alettone posteriore e può assolvere la funzione di una sorta di beam wing, l'alettone posteriore inferiore che la FIA ha vietata a partire dal 2014.

Si tratta di una soluzione che permette di reindirizzare i flussi per far lavorare al meglio il diffusore posteriore.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Presentazione Williams FW38
Sub-evento Evento speciale
Piloti Felipe Massa , Valtteri Bottas
Team Williams
Articolo di tipo Analisi