La Renault apre alla conferma di Palmer, ma deve "svoltare"

La Renault si è detta aperta alla possibilità di confermare Jolyon Palmer nel 2018 se riuscirà a dare una svolta alla sua stagione nella seconda metà del 2017.

Palmer ha faticato nelle prime 11 gare della stagione 2017, non riuscendo a fare punti o a stare davanti in qualifica al compagno di squadra Nico Hulkenberg, che invece ha totalizzato 26 punti ed è entrato per ben sei volte in Q3.

Il contratto del britannico scade al termine dell'anno e la Renault starebbe valutando il possibile ritorno in Formula 1 di Robert Kubica, avendogli fatto fare anche un test sulla R.S.17 la settimana scorsa in Ungheria. Una situazione che ha creato parecchi dubbi sul futuro di Jolyon.

Tra le altre cose, è stato più volte messo in dubbio anche il suo futuro a breve termine, anche se il managing director Cyril Abiteboul ha sempre assicurato che non è in discussione. Anzi, ora ha aggiunto che Palmer potrebbe pure essere confermato nel 2018 se riuscirà a fare un passo avanti nella seconda parte dell'anno.

"Francamente, se riuscirà a ribaltare la situazione come ha fatto l'anno scorso, siamo completamente aperti alla possibilità di un futuro insieme a Jolyon per un altro anno" ha detto Abiteboul a Motorsport.com.

"Avere stabilità potrebbe essere positivo per il team. Questo è quello che volevamo anche l'anno scorso, per questo abbiamo preso Nico, ma non abbiamo cambiato entrambi i piloti".

"Le cose possono girare anche a favore di Palmer, ma alla fine la cosa è nelle sue mani. Sa di avere un contratto fino alla fine dell'anno e capisce che la squadra deve valutare tutte le opzioni per il futuro".

Spirale negativa

Abiteboul ha detto che Palmer ha già dimostrato di poter realizzare delle performance importanti, ma ha perso un po' di fiducia a causa di alcuni problemi tecnici, ma anche di alcuni errori di guida.

"Abbiamo già visto fare delle cose molto buone a Jolyon, sia durante l'inverno che durante alcune sessioni" ha aggiunto Abiteboul.

"E' capace di tirare fuori il potenziale della vettura, fare un ottimo lavoro e darci dei feedback importanti. Inoltre è molto legato alla squadra".

"Allo stesso tempo ci sono stati degli errori, delle opportunità mancate e non è stato assistito a livello di affidabilità, che chiaramente è stata peggiore sul suo lato del box".

"Tutta questa situazione gli ha fatto perdere un po' di fiducia in sé stesso e nella sua capicità di reagire alle difficoltà che possono capitare ad un pilota nell'arco di un weekend di gara".

"Questa perdita di fiducia ha iniziato ad essere quasi come una palla di neve che scivola giù da una montagna dando vita ad una valanga ed ha portato alla situazione che abbiamo ora".

"Io sto davvero cercando di proteggerlo e di confermargli ogni giorno che la squadra crede in lui e lo supporta, sperando che possa ritrovare la fiducia in se stesso e nella squadra. Non è il lavoro di un giorno, va avanti da tempo".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Jolyon Palmer
Team Renault F1 Team
Articolo di tipo Ultime notizie