La Red Bull ha provato l'Halo nei test di Silverstone

condivisioni
commenti
La Red Bull ha provato l'Halo nei test di Silverstone
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
12 lug 2016, 09:13

Dopo aver spinto per introdurre l'aeroscreen, anche la squadra di Milton Keynes sembra essersi arresa al fatto che l'unica strada percorribile al momento sia quella dell'Halo.

Pierre Gasly, Red Bull Racing RB12 Test Driver, in pista con il dispositivo Halo
Pierre Gasly, Red Bull Racing RB12 Test Driver, in pista con il dispositivo Halo
Pierre Gasly, Red Bull Racing RB12 Test Driver, in pista con il dispositivo Halo

Dopo essere stata il principale sponsor dell'aeroscreen, provandolo anche nella prima sessione di prove libere del GP di Russia con Daniel Ricciardo, la Red Bull sembra essersi arresa all'idea che la strada da prendere per proteggere l'abitacolo sia l'Halo.

Nella prima giornata dei test collettivi di Silverstone, infatti, la RB12 di Pierre Gasly è stata mandata in pista per un giro di installazione montando l'Halo. Del resto, la FIA ha già indicato che questa è l'unica scelta percorribile per il 2017 al momento.

Non a caso, anche la Ferrari ne ha testata una versione evoluta in occasione delle prove libere del GP di Gran Bretagna, in seguito alle prove di estrazione svolte al Red Bull Ring. E' chiaro però che questa inversione di tendenza da parte della squadra di Milton Keynes, che comunque aveva già annunciato la sua intenzione di accantonare l'aeroscreen, è sicuramente interessante.

Prossimo articolo Formula 1
Retroscena Ferrari: la cambiata è estrema, va ko la meccanica

Articolo precedente

Retroscena Ferrari: la cambiata è estrema, va ko la meccanica

Prossimo Articolo

Toro Rosso: nuovo cofano motore per migliorare il raffreddamento

Toro Rosso: nuovo cofano motore per migliorare il raffreddamento
Carica commenti