La Red Bull è pronta a far partire Sainz per il prezzo giusto

condivisioni
commenti
La Red Bull è pronta a far partire Sainz per il prezzo giusto
Jonathan Noble
Di: Jonathan Noble
Tradotto da: Matteo Nugnes
20 lug 2017, 10:47

La Red Bull ha rivelato che considererebbe qualsiasi offerta ragionevole per Carlos Sainz, ma ha smentito le voci secondo cui sarebbe già vicinissimo ad accasarsi in un'altra squadra.

Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso
Scintille dalla monoposto di Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR12
Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso
Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR12
Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso
Daniil Kvyat, Scuderia Toro Rosso STR12, Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR12

L'opzione per mantenere Sainz all'interno del programma F.1 della Red Bull è stata esercitata prima del GP d'Austria, questo significa un impegno di altri due anni con la squadra principale o con la Toro Rosso.

Tuttavia, durante il weekend del GP di Gran Bretagna sono emerse voci riguardo ad un suo possibile passaggio alla Renault al posto di Jolyon Palmer già a partire dal prossimo appuntamento in Ungheria. Rumors che comunque sono stati smentiti subito dalla stessa squadra di Enstone.

Lo stesso è stato fatto dal team principal della Red Bull, Christian Horner, che però ha aggiunto che al prezzo giusto potrebbe anche esserci la possibilità di lasciarlo andare in futuro.

"Non è cambiato niente" ha detto Horner. "Carlos Sainz ha un contratto con Red Bull Racing. Abbiamo altri due anni di contratto. Lo consideriamo una nostra risorsa ed ogni risorsa ha un valore".

"Quandi se c'è il desiderio di prenderlo da parte di un'altra squadra o da parte sua di andare da qualche altra parte, ci può essere un prezzo correlato al suo valore".

"Se qualcuno fosse disposto a fare un'offerta, ovviamente la prenderemo in considerazione, ma dovrebbe avere un valore significativo perché abbiamo investito molto su Carlos. Lo abbiamo portato dalla Formula BMW alla Formula 1".

Quando poi gli è stato chiesto se avesse già un'offerta sul tavolo per il figlio d'arte, Horner ha replicato seccamente: "No".

Il duo Red Bull è blindato

Anche se Horner ha affermato che la Red Bull prenderebbe in considerazione delle offerte per Sainz, ha aggiunto che questo discorso non vale invece per Max Verstappen e Daniel Ricciardo.

Horner ha spiegato: "Loro sono bloccati e non c'è un prezzo che sia abbastanza alto per questi due".

L'attuale contratto di Ricciardo andrà in scadenza alla fine del 2018, mentre Verstappen ha delle opzioni che si estendono fino al 2019.

Horner ha detto che non c'è alcuna fretta comunque di provare a prolungare queste contratti.

"Il 2019 è molto lontano. Daniel va in scadenza e l'anno prossimo concluderà il quinquennale che aveva con noi, ma sono certo che inizieremo a parlare con lui quando saremo più vicini al 2019".

Prossimo Articolo
Halo: ecco perché la FIA impone la nuova protezione della testa

Articolo precedente

Halo: ecco perché la FIA impone la nuova protezione della testa

Prossimo Articolo

Mercedes: per non rompere il cambio si rallenta il sistema seamless

Mercedes: per non rompere il cambio si rallenta il sistema seamless
Carica commenti