La Mercedes ritira il reclamo contro Verstappen: resta secondo

condivisioni
commenti
La Mercedes ritira il reclamo contro Verstappen: resta secondo
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
09 ott 2016, 11:20

Questo vuol dire che non bisognerà aspettare fino ad Austin per avere il verdetto definitivo di Suzuka, con l'olandese che quindi rimane secondo. Hamilton su Twitter si era defilato contro la protesta con toni accesi, poi ha ritrattato.

Max Verstappen, Red Bull Racing festeggia il suo secondo posto sul podio
Il podio (da sx a dx): Max Verstappen, Red Bull Racing, secondo; Nico Rosberg, Mercedes AMG F1, vinc
Max Verstappen, Red Bull Racing RB12
Max Verstappen, Red Bull Racing festeggia il suo secondo posto sul podio
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 festeggia il suo terzo posto sul podio
Max Verstappen, Red Bull Racing RB12
Max Verstappen, Red Bull Racing RB12

Non bisognerà aspettare fino ad Austin per attendere l'esito finale del GP del Giappone, perché alla fine la Mercedes ha ritirato il reclamo che aveva presentato contro Max Verstappen per la manovra di difesa dell'olandese alla chicane che aveva indotto all'errore Lewis Hamilton al penultimo giro.

Dopo aver notificato questa protesta, la FIA aveva rilasciato un secondo comunicato per spiegare che una decisione definitiva in merito sarebbe stata presa in Texas, in quanto entrambi i piloti avevano già lasciato il tracciato di Suzuka e non avrebbero potuto difendere le loro ragioni davanti ai commissari sportivi.

Entrambe le squadre avevano accettato le condizioni dell'articolo 11.9.2 del regolamento sportivo, ma a sorpresa pochi minuti fa è arrivata un'altra comunicazione da parte della FIA, con orario 19:50 giapponese, molto breve ma chiaro.

"Il Mercedes AMG Petronas Formula One Team ha notificato ai commissari sportivi il ritiro della protesta presentata alle 18:14 di domenica 9 ottobre" spiega la breve nota. Dunque, rimane tutto come sotto alla bandiera a scacchi, con Verstappen secondo ed Hamilton terzo.

Bisogna capire quali siano i motivi che hanno portato la squadra di Brackley a fare un passo indietro, anche se non si può notare un tweet di Hamilton che mostra un evidente disaccordo del pilota contro la protesta (tra le altre cose, ora è stato modificato, ma prima era apparso con toni decisamente più accesi: dava dell'idota a chi aveva diffuso la notizia, dicendo che lui o la Mercedes non avevano presentato alcuna protesta).

 
Prossimo articolo Formula 1
Arrivabene: "Rinnovare Vettel? Tutti si devono guadagnare lo stipendio"

Articolo precedente

Arrivabene: "Rinnovare Vettel? Tutti si devono guadagnare lo stipendio"

Prossimo Articolo

Ferrari: la SF16-H ha un potenziale nascosto. Ma ha ancora senso cercarlo?

Ferrari: la SF16-H ha un potenziale nascosto. Ma ha ancora senso cercarlo?
Carica commenti