La Mercedes ripropone l'idea della terza macchina per aiutare i piloti giovani

condivisioni
commenti
La Mercedes ripropone l'idea della terza macchina per aiutare i piloti giovani
Jonathan Noble
Di: Jonathan Noble
Tradotto da: Matteo Nugnes
02 set 2018, 09:56

Secondo Toto Wolff, il modo migliore per permettere ai giovani talenti di arrivare alla Formula 1 sarebbe quello di permettere alle squadre di schierare una terza monoposto.

Il grande capo della Mercedes in Formula 1 non ha nascosto la sua frustrazione per le difficoltà incontrate nel trovare un posto a talenti come Esteban Ocon, George Russell e Pascal Wehrlein e quindi ha proposto una radicale cambiamento di regole.

Piuttosto che limitare le squadre a schierare due sole vetture come ora, Wolff pensa che aprire alla possibilità di una terza vettura, guidata però da un giovane, sarebbe una cosa positiva per la Formula 1.

"Ho una soluzione semplice" ha detto Wolff, che a causa delle difficoltà incontrate negli ultimi mesi ha messo anche in discussione il futuro del programma junior Mercedes.

"Dateci una terza macchina, rendendo obbligatorio che la debba guidare un pilota con massimo due anni di esperienza".

"I costi non sarebbero enormi. La griglia sarebbe piena e lo spettacolo sarà interessante perché ci sarebbero dei giovani che avrebbero la possibilità di lottare con pilota come Hamilton e Bottas e di sorprenderci".

Anche se la Red Bull ha optato per una soluzione differente, gestendo una seconda squadra e lanciando talenti come Sebastian Vettel, Daniel Ricciardo e Max Verstappen tramite la Toro Rosso, Wolff ha escluso una soluzione del genere per la Mercedes.

"Possedere un'altra squadra solo per trovare un posto per i giovai non ha senso per noi" ha detto Wolff. "E penso che i grandi team non correranno mai rischi con i giovani".

"Ora potete anche dire che sia noioso e che dovremmo rischiare, mettendo i migliori talenti di 18 o 19 anni su una vettura competitiva e dagli una possibilità".

"Ma il problema è se perdi il campionato piloti o quello costruttori perché loro sono ancora in una fase di apprendimento".

"Non l'abbiamo fatto noi e la Ferrari non l'ha fatto in passato. Dovremmo provare".

Ocon scettico sull'idea della terza macchina

Ocon ha sostenuto l'idea della terza vettura, ma si è detto scettico sulla possibilità che questa venga approvata.

"Se succedesse, sarebbe sicuramente fantastico" ha detto. "Ma non credo che possa accadere, se devo essere onesto. Però mi piacerebbe".

"Creerebbe delle opportunità per piloti giovani come me, Leclero o Russull. Grandi opportunità".

"Ma in Formula 1 ci sono sempre state due vetture e i costi sarebbero proibitivi per le squadre più in difficoltà, quindi penso che sarebbe difficile. Preferisco non sognare troppo e pensare alle regole attuali".

Esteban Ocon, Racing Point Force India VJM11

Esteban Ocon, Racing Point Force India VJM11

Photo by: Manuel Goria / Sutton Images

Prossimo articolo Formula 1
Magnussen: "Non vedo l’ora che Alonso si ritiri. Ormai crede di essere Dio!"

Articolo precedente

Magnussen: "Non vedo l’ora che Alonso si ritiri. Ormai crede di essere Dio!"

Prossimo Articolo

Dilemma Ferrari: lasciare Raikkonen libero o metterlo al servizio di Vettel oggi a Monza?

Dilemma Ferrari: lasciare Raikkonen libero o metterlo al servizio di Vettel oggi a Monza?
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Team Mercedes Acquista adesso
Autore Jonathan Noble
Tipo di articolo Ultime notizie