F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

La Mercedes promuove l'ala posteriore con la seghettatura

La Mercedes sulla W07 Hybrid propone un paio di soluzioni interessanti: oltre alla zigrinatura del profilo principale dell'ala posteriore, mostra la sospensione posteriore carenata che ingloba il semiasse.

La Mercedes inizia la stagione 2016 con il ruolo della grande favorita. Dopo due titoli mondiali vinti di fila, la Casa della Stella a tre punte vuole proseguire il dominio in Formula 1 nell'era delle power unit, anche se l'insidia della Ferrari si sta facendo sempre più concreta.

La W07 Hybrid portata in Australia mostra nel retrotreno l'alettone posteriore che è dotato della zigrinatura asimmetrica che era stata provata nell'ultima sessione di test invernali a Barcellona.

Mercedes AMG F1 W07, dettaglio ala posteriore
Mercedes AMG F1 W07, dettaglio ala posteriore

Photo by: Giorgio Piola

I tecnici diretti da Paddy Lowe nella pit lane spagnola avevano montato una striscia adesiva seghettata dietro al profilo principale dell'ala per valutare come cambiava l'efficienza aerodinamica del retrotreno al variare della sporgenza della bandella seghettata.

Si tratta di una soluzione che, sotto, era già stata sperimentata con successo nel Gp di Abu Dhabi  2015 quando la Mercedes aveva deciso di utilizzare un nolder adesivo seghettato per verificare in pista l’efficacia della soluzione che era già stata provata in galleria del vento nelle diverse posizioni.

Mercedes AMG F1 W06, ala posteriore
Mercedes W06 Hybrid: striscia adesiva zigrinata provata nei test di Abu Dhabi 2015 all'ala posteriore

Photo by: Giorgio Piola

Le risultanze che sono state raccolte devono essere state positive perché da una versione posticcia si è passati a vedere in pit lane la realizzazione definitiva che farà il suo debutto domani nelle prove libere. Il retreno della freccia d'argento mostra altri particolari interessanti della monoposto che è stata curata da Aldo Costa.

Mercedes AMG F1 W07, dettaglio ala posteriore
Mercedes W07 Hybrid: ecco la sospensione posteriore carenata

Photo by: Giorgio Piola

La sospensione posteriore è carenata

Sopra, si può osservare il grande profilo alare che è stato ottenuto carenando il braccio posteriore del triangolo inferiore della sospensione con quello di convergenza. All'interno della pelle di carbonio è contenuto anche il semiasse. Osservando l'immagine nella pit lane di Melbourne viene il dubbio che questa soluzione possa simulare quel beam wing che è stato vietato dalle norme FIA all'inizio del 2014, vale a dire l'alettone inferiore che serviva a far riattaccare il flusso sotto al profilo principale aumentandone l'afficienza aerodinamica.

Monkey seat con un soffiaggio

La Mercedes sul tracciato cittadino dell'Albert Park ha deciso di utilizzare il Monkey seat con un soffiaggio e due piccoli profili che si erano già visti a Barcellona. Nella foto si osservano anche lo scarico principale e i due terminali più piccoli che sono alimentati dai gas rilasciati dalla valvola wastegate.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Australia
Sub-evento Giorgio Piola, analisi tecnica
Circuito Albert Park Circuit
Piloti Lewis Hamilton , Nico Rosberg
Team Mercedes
Articolo di tipo Analisi
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola