La Honda parla di "sollievo" dopo la rottura con la McLaren

condivisioni
commenti
La Honda parla di
Di: Lawrence Barretto
Tradotto da: Matteo Nugnes
12 dic 2017, 15:06

Yusuke Hasagawa ha ammesso che la conclusione della partnership tra McLaren ed Honda in Formula 1 è stata un vero e proprio sollievo.

Yusuke Hasegawa, Capo di Honda Motorsport ed Eric Boullier, Racing Director McLaren nella foto del T
Yusuke Hasegawa, Capo di Honda Motorsport
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Fernando Alonso, McLaren MCL32
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Fernando Alonso, McLaren MCL32

La relazione tra McLaren ed Honda ha raggiunto degli alti picchi di tensione nella terza stagione della loro collaborazione, a causa dei problemi di prestazioni e di affidabilità delle power unit giapponesi.

Le due parti hanno quindi deciso di comune accordo di concludere la loro collaborazione, con la McLaren che dall'anno prossimo monterà i motori Renault e la Honda che invece si è legata alla Toro Rosso.

"Un sollievo. E' bello potersi concentrare sulla prossima stagione" ha detto Hasegawa, che aveva parlato prima della notizia della sua uscita dal programma F.1 della Honda.

"Potete non crederci, ma io non penso che ci fossero problemi a livello umano tra McLaren ed Honda. Abbiamo un ottimo rapporto con la McLaren".

"Non penso che sia così, ma ora ci attende una ripartenza e dobbiamo solo concentrarci sul cercare di rendere migliore il nostro motore".

"Da questo punto di vista non è cambiato molto, abbiamo ancora un'enorme pressione dall'interno e dall'esterno. Sono abbastanza fiducioso sulla prospettiva di lavorare sulla Toro Rosso, la trovo eccitante".

"E' una nuova sfida: avere più informazioni e condividerle con un nuovo gruppo di lavoro è molto eccitante".

"Come ho sempre detto, non abbiamo intenzione di modificare il concetto del nostro motore, quindi da quel punto di vista abbiamo già avviato lo sviluppo del motore del prossimo anno".

Hasegawa ha anche aggiunto che è un peccato che la partnership con la McLaren non possa continuare, anche se ora la Honda potrà concentrarsi sul cercare di migliorare la sua reputazione.

"Ovviamente ci dispiace che abbiano deciso di scegliere un motore diverso per il prossimo anno" ha detto a Motorsport.com.

"Ma questo fa parte della loro strategia e dobbiamo rispettarla. Noi dobbiamo solo cercare di essere un motorista più forte per fare in modo che ci siano più team che vogliano sceglierci in futuro".

Prossimo articolo Formula 1
Renault: la R.S.18 nasce da un foglio bianco grazie alla "nuova" galleria

Previous article

Renault: la R.S.18 nasce da un foglio bianco grazie alla "nuova" galleria

Next article

Analisi F.1: si studia il diffusore per sporcare la scia di chi segue?

Analisi F.1: si studia il diffusore per sporcare la scia di chi segue?

Su questo articolo

Serie Formula 1
Team McLaren
Autore Lawrence Barretto
Tipo di articolo Ultime notizie