La Honda non è ancora sicura di usare la power unit evoluta nel GP del Giappone

condivisioni
commenti
La Honda non è ancora sicura di usare la power unit evoluta nel GP del Giappone
Di: Scott Mitchell
Tradotto da: Matteo Nugnes
02 ott 2018, 08:48

La Honda effettuerà dei test sulla sua power unit aggiornata per assicurarsi che sia pronto per essere utilizzato nel Gran Premio del Giappone di questa settimana, dopo aver deciso di non usarlo in gara in Russia.

Il costruttore giapponese ha introdotto la sua ultima specifica in occasione delle prove libere del venerdì di Sochi, ma poi la Toro Rosso è tornata a quella precedente per il proseguimento del weekend.

A quanto pare, è emerso che si è trattato di una misura precauzionale da parte della Honda, che ha scoperto un "comportamento inadeguato" da parte del motore quando lo ha portato in pista.

I giapponesi sono fiduciosi di poter reintrodurre il motore aggiornato nella gara di casa a Suzuka, ma non lo saprà al cento per cento fino a quando non saremo vicini al weekend.

"Dobbiamo valutare i dati" ha dichiarato a Motorsport.com Toyoharu Tanabe, direttore tecnico di Honda F1.

"Abbiamo in programma di fare un test sul banco prova con le nuove specifiche e cercheremo di ottimizzare la calibrazione".

"Se riusciremo a raggiungere un buon livello di ottimizzazione, allora lo utilizzeremo in gara. In caso contrario, no".

Stando a quanto ha appreso Motorsport.com, il motore soffre di un problema di eccessive oscillazioni quando è in pista, che compromette la guidabilità.

Tutti i motori hanno delle oscillazioni quando sono in pista, ma questo può avere effetti molto negativi se vengono calibrate in maniera errate rispetto alle frequenze del telaio.

La speranza della Honda, dunque, è quella di riuscire a trovare la calibrazione corretta nello spazio di pochi giorni.

"Non è molto facile, ma non è impossibile ottimizzare la calibrazione" ha dichiarato Tanabe.

L'aggiornamento della Honda è stato lodato dai piloti della Toro Rosso in Russia, con il team principal Franz Tost che si è detto convinto che questo ha permesso il sorpasso sulla Renault nella gerarchia delle power unit.

Tuttavia, Tanabe ha preferito non commentare queste dichiarazioni, pur dicendosi soddisfatto dei progressi.

"La cosa più semplice da vedere è la potenza" ha detto. "Ed abbiamo visto i miglioramenti che ci aspettavamo. Questa è la cosa principale che abbiamo trovato con la nuova power unit".

"Siamo felici di aver introdotto questa nuova specifica, ma non lo siamo per essere stati costretti a tornare a quella precedente nelle giornate di sabato e domenica".

"Abbiamo trovato alcune aree specifiche in cui dobbiamo migliorare per portarlo in gara. Per questo dico che siamo ancora 50/50 per Suzuka".

Tornare alla specifica più vecchia ha dato anche alla Honda la possibilità di fare un confronto diretto sulla stessa pista.

Tanabe ha detto: "Sì, non solo per la potenza massima, ma anche per il comportamento alle basse velocità. Abbiamo ricevuto molte informazioni con il confronto di questo fine settimana sullo stesso tracciato".

Prossimo articolo Formula 1
Gli ordini di scuderia fanno parte del gioco in una stagione tirata. E 7 punti oggi possono fare tanta differenza...

Articolo precedente

Gli ordini di scuderia fanno parte del gioco in una stagione tirata. E 7 punti oggi possono fare tanta differenza...

Prossimo Articolo

Fotogallery: la F1 ritrova le grid girl in Russia, in SBK invece non mancano mai

Fotogallery: la F1 ritrova le grid girl in Russia, in SBK invece non mancano mai
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Team Toro Rosso Acquista adesso
Autore Scott Mitchell
Tipo di articolo Ultime notizie