Formula 1
09 mag
Prossimo evento tra
60 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
99 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
109 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
116 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
130 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
144 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
172 giorni
02 set
Prossimo evento tra
179 giorni
09 set
Prossimo evento tra
186 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
200 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
207 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
214 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
228 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
235 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
271 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
280 giorni

La Haas condanna Mazepin: "Un video ripugnante"

Il pilota russo ha pubblicato, e poi cancellato, una stories sul suo profilo Instagram mentre palpeggiava il seno di una ragazza in auto. La Haas ha condannato pubblicamente Mazepin per l'accaduto.

La Haas condanna Mazepin: "Un video ripugnante"

Deve ancora debuttare ufficialmente in un weekend di Formula 1, ma ha già creato molti problemi al suo team. Stiamo parlando di Nikita Mazepin, il pilota russo che il prossimo anno vestirà i colori della Haas, che continua ad usare i social media con estrema leggerezza.

L’ultima stories pubblicata sul suo profilo Instagram, e poi cancellata, ha visto Mazepin seduto sul sedile del passeggero voltarsi verso il divanetto posteriore ed iniziare a palpare il seno di una ragazza che, per tutta risposta, gli ha mostrato il dito medio.

Il video è stato condiviso su Twitter da vari utenti che hanno chiesto alla Haas di prendere provvedimenti per un comportamento decisamente inadeguato.

La scuderia americana ha prontamente risposto con un comunicato nel quale si legge: “Haas F1 Team non giustifica il comportamento di Nikita Mazepin nel video recentemente pubblicato sui suoi social media”.

“Inoltre, il fatto stesso che il video sia stato pubblicato sui suoi profili social è ripugnante per Haas F1 Team. La questione sarà trattata internamente e per il momento non saranno fatti ulteriori commenti”.

Mazepin, da parte sua, dopo aver rimosso il video incriminato ha pubblicato un proprio comunicato con le scuse di rito che lascia perplessi.

“Vorrei scusarmi per le mie recenti azioni  sia per il fatto di aver pubblicato il video sui social media.Mi dispiace per l'offesa che ho causato e per l'imbarazzo nei confronti del Team Haas”.

“Devo mantenere uno standard più elevato come pilota di Formula 1 e riconosco di aver deluso me stesso e molte persone. Prometto che imparerò da questo”.

Premesso che lo standard più elevato deve essere mantenuto a prescindere dalla professione, per Mazepin questo video è soltanto l’ultima di una serie di cadute di stile.

Poche settimane fa, infatti, il pilota russo aveva pubblicato una stories sul suo profilo Instagram nella quale aveva scritto: “Oggi ricorre un anno da quando un ragazzo ha mangiato un pipistrello a Wuhan. Buon compleanno COVID”.

Una battuta decisamente fuori luogo considerando, ad esempio, come proprio in Formula 2 il papà di Robert Shwartzman era venuto a mancare ad inizio anno proprio a causa del COVID-19.

Mazepin, però, è diventato “noto” nell’ambiente delle corse anche per altri episodi. Nel 2016, al termine delle libere della F3 europea all’Hungaroring, aveva preso a pugni Ilott reo di averlo ostacolato in pista, mentre quest’anno, subito dopo la conclusione della Feature Race di Spa, è stato ritenuto responsabile di condotta antisportiva e potenzialmente pericolosa.

Dopo aver perso il successo in pista a seguito di una penalità di 5’’ per aver costretto Tsunoda fuori dal tracciato al Radillon, Mazepin è rientrato in pit lane a gran velocità colpendo il cartellone della P2 per poi farlo volare in aria ed arrivare a pochi centimetri da Tsunoda.

A Sakhir, in occasione dell’ultimo round di F2, è stato punito al termine della Feature Race con 10’’ di penalità e 2 punti sulla patente (arrivando così a sfiorare il limite di 12) per aver ripetutamente chiuso la porta in maniera estrema a Tsunoda prima ed a Drugovich poi.

Nikita è sicuramente un pilota veloce ed anche dotato di una valigia molto pesante, ma è giunto il momento che inizi a far funzionare il cervello.

condivisioni
commenti
Alonso sì, Vettel no: chi può girare ai test di Abu Dhabi?

Articolo precedente

Alonso sì, Vettel no: chi può girare ai test di Abu Dhabi?

Prossimo Articolo

Red Bull: ai test di Abu Dhabi ci sarà anche Juri Vips

Red Bull: ai test di Abu Dhabi ci sarà anche Juri Vips
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Nikita Mazepin
Team Haas F1 Team
Autore Marco Di Marco
Perché l'arrivo di Aston Martin in F1 è molto più di una livrea Prime

Perché l'arrivo di Aston Martin in F1 è molto più di una livrea

La presentazione più attesa della Formula 1 era sicuramente quella della Aston Martin e i cambiamenti dicono che c'è molto di più di una fantastica livrea, perché l'idea è quella di creare solide fondamenta, più che ripartire da un team già avviato.

Perché la Haas sta sacrificando la sua stagione 2021 Prime

Perché la Haas sta sacrificando la sua stagione 2021

La Haas affronterà il 2021 senza portare alcun aggiornamento aerodinamico sulla sua monoposto. Il team ha deciso di puntare tutto sul 2022, preservando le risorse economiche. Sarà la scelta giusta?

Aston Martin AMR21: è l’arma di Vettel per tornare grande? Prime

Aston Martin AMR21: è l’arma di Vettel per tornare grande?

L'Aston Martin AMR21 è la monoposto che segna il rientro del costruttore inglese in Formula 1. I punti di contatto con Mercedes W11 e W12 sono evidenti, a prima vista, ma andando nello specifico vediamo come certe soluzioni abbiano preso direzione propria. Sarà la monoposto che permetterà a Sebastian Vettel di potersi rilanciare dopo ultime stagioni opache in Ferrari?

Formula 1
4 mar 2021
Alpine A521: può essere l’arma vincente di Alonso? Prime

Alpine A521: può essere l’arma vincente di Alonso?

L'Alpine A521 succede alla Renault R.S.20, andando a riprenderne molti dei punti di forza senza tuttavia evolverli. Andiamo a conoscere più da vicino il team di Enstone che riporta in F1 Fernando Alonso e che, in questa stagione, sarà diretto da Davide Brivio

Formula 1
4 mar 2021
F1 Stories: Lella Lombardi, l'unica Prime

F1 Stories: Lella Lombardi, l'unica

Il 3 marzo del 1992 ci lasciava Lella Lombardi, l'unica donna a conquistare punti nella storia della Formula1. Riviviamo la sua storia, la sua impresa, e il suo più grande amore: le corse.

Formula 1
3 mar 2021
Mercedes W12: estremizzare per continuare a dominare Prime

Mercedes W12: estremizzare per continuare a dominare

La Mercedes W12 è una monoposto che va ad estremizzare alcuni concetti visti sulla W11 ma anche sulla concorrenza. Gli attenti uomini guidati da James Allison sono andati alla ricerca del carico perduto - per motivi regolamentari - al retrotreno, massimizzando l'effetto Coanda. Ma non solo...

Formula 1
3 mar 2021
I 10 punti interrogativi sulla stagione 2021 di Formula 1 Prime

I 10 punti interrogativi sulla stagione 2021 di Formula 1

23 gare sono troppe? La Red Bull riuscirà a lottare con la Mercedes? Sainz sarà al livello di Leclerc in Ferrari? Karun Chandhok ha analizzato i 10 punti interrogativi della stagione 2021 di Formula 1.

Formula 1
2 mar 2021
Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Formula 1
1 mar 2021