La figuraccia: Wolff prima attacca riportando le parole di Allison e poi raddrizza il tiro

condivisioni
commenti
La figuraccia: Wolff prima attacca riportando le parole di Allison e poi raddrizza il tiro
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
08 lug 2018, 19:38

Toto a caldo ha parlato del gesto di Raikkonen come di un episodio deliberato o incompetente. Poi ha capito d'averla sparata grossa e ha cercato di ridimensionarne la portata. Ma il nervosismo in casa Mercedes è evidente.

James Allison, Mercedes AMG F1 Technical Director
Toto Wolff, Direttore del Motorsport Mercedes AMG F1
Maurizio Arrivabene, Team Principal, Ferrari
Kimi Raikkonen, Ferrari, nella conferenza stampa

Il Gran Premio di Gran Bretagna è terminato da pochi minuti, e Toto Wolff (intervistato da Sky) ha rilasciato diverse dichiarazioni, commentando anche la ruotata rifilata da Raikkonen a Hamilton subito dopo la partenza della gara:
“Abbiamo perso molti punti nella classifica Costruttori. Dalle parole di James Allison è stato un episodio deliberato o incompetente, dobbiamo giudicare tre le due”.

Parole dure, che il direttore tecnico della Mercedes ha probabilmente pronunciato a caldo all’interno del box o al muretto del team, ma ha stupito che Wolff abbia deciso di riportarle.

Ovviamente non è passato molto tempo prima della reazione della Ferrari.

“Se veramente ha detto una cosa del genere, dovrebbe vergognarsi – ha risposto Maurizio Arrivabene - ha lavorato molti anni a Maranello, e due lire dalla Ferrari le ha prese. Bisogna essere eleganti e saper perdere, se vogliono insegnarci a essere dei gentleman, inizi lui per primo. Mi ha dato fastidio: incompetente a chi? Chi è lui per giudicare un pilota? Che vada a guardarsi le telemetrie: Hamilton è partito male e Raikkonen se l’è ritrovato addosso e c’è stato quel contatto. Se ha scherzato ci ridiamo sopra, altrimenti vale quello che ho detto”.

Poco dopo ancora Wolff ha ripreso la parola, ma questa volta il team principal della Mercedes ha corretto il tiro, definendo una battuta quanto affermato in precedenza:
“È frustrante quando accadono questi episodi, è la seconda volta in tre gare che una Ferrari rovina la gara a un nostro pilota e alla squadra. Sono incidenti di gara, ma per due volte ci abbiamo rimesso noi, ed è seccante. Ma di deliberato non c’è stato sicuramente nulla”.

Pratica archiviata, come è giusto che sia. Ma una Mercedes così non si era mai vista, soprattutto per l’abilità mostrata negli anni nel saper gestire al meglio tutti gli aspetti di pubbliche relazioni. Prima o poi una scivolata doveva arrivare, e non è un caso che sia accaduta oggi a Silverstone, nel giorno in cui il team campione del Mondo ha accusato la sconfitta più cocente da quando è iniziata l’era della Formula 1 ibrida.

Prossimo Articolo
Gasly penalizzato di 5 secondi per il contatto con Perez: la Toro Rosso perde un punto

Articolo precedente

Gasly penalizzato di 5 secondi per il contatto con Perez: la Toro Rosso perde un punto

Prossimo Articolo

Hamilton rifiuta le scuse di Raikkonen: Lewis scansa Kimi per ben due volte!

Hamilton rifiuta le scuse di Raikkonen: Lewis scansa Kimi per ben due volte!
Carica commenti