La FIA investiga perché il poggiatesta di Magnussen si è staccato

Per migliorare la sicurezza delle monoposto, la FIA ha deciso di indagare come mai il poggiatesta di Kevin Magnussen si sia staccato dall'abitacolo della Renault R.S.16 dopo il violento impatto al Raidillon nel GP del Belgio.

La FIA ha aperto un'inchiesta dopo l'incidente che ha visto schiantarsi Kevin Magnussen nelle bariere di protezione all'uscita del Raidillon. La Federazione Internazionele rivedendo i replay televisivi dell'incidente ha notato che il poggiatesta è stato espulso dalla macchina dopo che il danese ha colpito le protezioni con un impatto che è stato registrato di 42G.

Siccome la FIA sta monitorando tutti gli incidenti più gravi (c'è una telecamera ad alta velocità montata appositamente davanti all'abitacolo) i commissari diretti da Charlie Whiting hanno deciso di trattenere tanto il poggiatesta che il casco di Magnussen per effettuare ulteriori verifiche.

Anche se Kevin se l'è cavata solo con un taglio alla caviglia - dimostrando che i sistemi di sicurezza della Renault R.S.16 hanno fatto il loro lavoro - l'organo di governo è pronto ad approfondire gli studi per trarre il massimo insegnamento da ogni situazione.

Secondo il regolamento tecnico della FIA, il poggiatesta si fissa con da due mollette orizzontali poste dietro alla testa del pilota e due fissaggi a sgancio rapido negli angoli anteriori, che sono chiaramente indicati e facilmente rimovibili senza attrezzi.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Belgio
Circuito Spa-Francorchamps
Piloti Kevin Magnussen
Team Renault F1 Team
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag fia