La FIA ha risposto alla lettera dei sette team anti-Ferrari

I sette team che hanno protestato contro la Ferrari hanno ricevuto una risposta dalla Federazione Internazionale alla lettera in 32 punti che era stata mandata la scorsa settimana. L'attacco è diretto a Jean Todt e si profila la guerra alla sua presidenza nel tentativo di cambiare la conduzione del potere sportivo.

La FIA ha risposto alla lettera dei sette team anti-Ferrari

Gli interrogativi che incombono sul Mondiale 2020 di Formula 1 non sembrano distogliere l’attenzione dal caso che ha tenuto banco nelle ultime settimane, ovvero le polemiche seguite alla chiusura ‘confidenziale’ del caso power unit Ferrari decisa dalla FIA.

Al comunicato stampa congiunto della scorsa settimana da parte delle sette squadre non motorizzate Ferrari, è seguita una lettera inviata dai team alla Federazione Internazionale di ben sei pagine (secondo fonti inglesi divise in 21 punti) incentrate sulla richiesta di chiarimento in merito all’accordo confidenziale tra Ferrari e FIA.

Il contenuto della missiva sarebbe dovuto restare riservato, ma nella giornata di ieri alcuni media ne sono entrati in possesso.

I contenuti non stravolgono il contesto già noto, ma confermano e aggiungono dettagli ad un caso che sembra ben lontano dalla conclusione. Il tono delle domande (alcune delle quali riportate dal britannico sportsmail) è molto diretto:

“Poiché la Federazione non ha vigilato su questo caso tecnico in modo trasparente, perché le squadre dovrebbero continuare a fidarsi della FIA nel ruolo attuale dal 2021 in poi e stipulare un nuovo accordo Concorde che coinvolge la stessa Federazione?”.

E ancora: “Deduciamo che la Ferrari abbia violato i regolamenti tecnici. Quali sono gli articoli violati?”, “Quali sono le sanzioni imposte dall’accordo preso tra le due parti?”.

La lista di domande è lunga, e secondo informazioni raccolte nel paddock di Melbourne la FIA dovrebbe aver già risposto alle sette squadre che hanno sottoscritto la lettera entro la giornata di ieri.

Al di là dell’efficacia della replica, è difficile ipotizzare oggi che il caso possa sgonfiarsi in tempi brevi. La posta in palio è alta, e va oltre la rivincita di squadre intenzionate a far luce su un caso tecnico di fatto rimasto segreto nelle stanze della FIA.

L’intreccio include i rapporti di forza che saranno definiti nel nuovo Concorde Agreement (approvato da alcuni team, ma non ancora firmato) ed anche l’elezione del nuovo presidente FIA.

Un sovrapporsi di casi da cui emergerà la mappa del potere della Formula 1 che verrà, ma che nel presente è destinato a protrarsi a lungo, potenzialmente anche al di fuori delle sedi dei tribunali sportivi se non troveranno una base di accordo.

condivisioni
commenti
Renault presenta la livrea 2020 ed un nuovo title sponsor
Articolo precedente

Renault presenta la livrea 2020 ed un nuovo title sponsor

Prossimo Articolo

GP d'Australia: isolati due membri Haas e uno McLaren

GP d'Australia: isolati due membri Haas e uno McLaren
Carica commenti
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021