La FIA è pronta a lanciare dei nuovi tender per le parti standard delle F1 2021

condivisioni
commenti
La FIA è pronta a lanciare dei nuovi tender per le parti standard delle F1 2021
Di:
Tradotto da: Matteo Nugnes
16 mag 2019, 10:58

La FIA sta per lanciare delle nuove gare d'appalto per realizzare delle componenti standard a partire dalla stagione 2021 della Formula 1, con l'intento di ridurre i costi per i team.

Il processo è stato complicato dall'imminente deadline per la pubblicazione dei regolementi tecnici 2021, che è stata fissata per la fine di giugno.

In sostanza, la Federazione fin qui ha dato priorità alle cose più importanti ed ha indetto quattro gare d'appalto. Il primo, per una scatola del cambio standard per le stagioni 2021-2024, è stato chiuso a marzo.

Il termine dei tre successivi, relativi a cerchi, materiale d'attrito dei freni e sistema frenante (brake-by-wire, pinze e cilindro) è il 22 maggio, con i risultati che dovrebbero essere ufficializzati entro il 14 giugno.

"Quello del cambio è il primo ad essere stato lanciato, nel mese di febbraio" ha detto Nikolas Tombazis della FIA. "Abbiamo ricevuto le offerte e ora dobbimi redigere un rapporto per il Consiglio Mondiale".

"Per gli altri tre è in arrivo la scadenza e le offerte non sono ancora arrivate, quindi vedremo cosa succede".

"Nelle prossime settimane e nei prossimi mesi ne avvieremo degli altri per delle componenti più piccole. Ne abbiamo discusso molto con i team negli ultimi mesi e gli presenteremo molte cose nel mese di giugno, quindi è piuttosto presto".

"Le squadra sapranno cosa dovranno realizzare e cosa dovranno comprare dal 2021, quindi saranno in grado di fare i loro piani disponendo di tutte le informazioni necessarie".

Anche se il tempo stringe per la deadline di fine giugno, Tombazis è fiducioso che i prossimi tender possano essere affrontati in tempo ed afferma che tutto quello che verrà discusso dopo il termine di giugno non riguarderà nessuna componente importante.

"Quelli che abbiamo intenzione di lanciare nelle prossime settimane, sono elementi che saranno finalizzati entro la fine di giugno, ma sono cose per cui i team avranno sicuramente abbastanza tempo per reagire".

"Quindi i tender che verrano lanciati più avanti saranno quelli relativi a cose più piccole, come per esempio i sensori, che in realtà non sono così importanti".

"Devo sottolineare che a volte una fornitura standard di alcuni elementi può avere un ulteriore beneficio, a livello di limpidezza".

"Ci sono alcuni sensori standard sulla vettura, per esempio per controllare il flusso del carburante, quindi a volte selezioniamo un fornitore standard per monitorare degli aspetti critici delle performance. E questa può essere una ragione extra oltre a ridurre i costi".

Tombazis ha detto che le regole 2021 saranno predisposte anche per quei casi in cui non si dovesse riuscire ad arrivare ad un accordo per la fornitura standard di qualche componente.

"Nelle regole ci sarà la fornitura di alcune componenti standard, ma ci saranno anche disposizioni precise su ciò che accadrà se un tender non dovesse avere successo e su come proveremo a ridurre i costi in ogni caso".

"Questo potrebbe accadere perché nessuno si aggiudica la gara d'appalto o perché magari chi l'ha vinta decide di rinunciare dopo un paio d'anni. Dobbiamo farci trovare pronti di fronte ad ogni situazione".

Prossimo Articolo
Wolff resta con i piedi per terra: "Vincere tutte le gare 2019 non è realistico"

Articolo precedente

Wolff resta con i piedi per terra: "Vincere tutte le gare 2019 non è realistico"

Prossimo Articolo

Liberty Media scatenata: sta lavorando per introdurre un GP di F1 in Africa

Liberty Media scatenata: sta lavorando per introdurre un GP di F1 in Africa
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Autore Adam Cooper