La FIA amplia le restrizioni per i tagli di chicane a Montreal

condivisioni
commenti
La FIA amplia le restrizioni per i tagli di chicane a Montreal
Jonathan Noble
Di: Jonathan Noble
Tradotto da: Matteo Nugnes
08 giu 2017, 17:10

La FIA ha ampliato le restrizioni per quanto riguarda il taglio della chicane del tracciato di Montreal, al fine di dissuadere i piloti a trarre vantaggio in quel modo.

La questione dei tagli nella via di fuga dell'ultima chicane del tracciato canadese è sempre stata un problema, con la FIA che ha dato vita ad un protocollo specifico negli ultimi anni.

Nel 2015, sono stati realizzati dei nuovi cordoli più alti, al fine di evitare che i piloti tagliassero troppo e per obbligare che non riusciva a voltare a tornare in pista dopo aver girato intorno ad un dissuasore.

Questo sistema rimane in vigore anche quest'anno ed è stato introdotto lo stesso protocollo anche alla chicane formata dalle curve 8 e 9, dove la via di fuga in ghiaia è stata sostituita con una in asfalto.

In una nota inviata alle squadre nella giornata di oggi, il direttore di gara Charlie Whiting ha spiegato: "Qualsiasi pilota che non riesce a girare alla curva 9 utilizzando la pista e che passa completamente a sinistra del cordolo arancione, deve rimanere alla sinistra dei dissuasori in uscita dalla curva e tornare in pista alla fine della via di fuga in asfalto".

Per quanto riguarda l'ultima curva, Whiting ha spiegato che sarà posto un cartello bianco e rosso di polistirolo alla fine della via di fuga e che i piloti dovranno tenersi alla sinistra di questo prima di rientrare in pista.

L'unico caso in cui i piloti non dovranno rispettare queste richieste è se saranno forzati fuori dalla pista da un rivale.

Prossimo Articolo
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP del Canada
Location Circuit Gilles-Villeneuve
Autore Jonathan Noble