La conferma: Racing Point Force India perde i punti, ma può correre in Belgio

La FIA ha ufficialmente cancellato la Force India dal mondiale 2018, mentre la Racing Point Force India inizia la sua storia sotto la guida del nuovo team principal, Otmar Szafnauer. Todt soddisfatto che il team di Silverstone sia andato alla cordata di Stroll.

La conferma: Racing Point Force India perde i punti, ma può correre in Belgio
Parti della carrozzeria di una Force India VJM11
Lawrence Stroll
Lance Stroll, Williams Racing, gioca a freccette
Sergio Perez, Force India

Si chiamerà Racing Point Force India, ed è il nuovo team che ha ottenuto oggi in Belgio l’ingresso ufficiale in Formula 1 dalla FIA. Si tratta, ovviamente, della Force India passata di mano tra l’ex proprietario Vijay Mallya ed il consorzio che vede al timone Lawrence Stroll.

A seguito del passaggio di proprietà la FIA ha deciso di approvare una nuova entry, che esordirà questo fine settimana nel Gran Premio del Belgio.

Il Sahara Force India F1 Team è stato escluso dal Campionato Mondiale FIA Formula Uno 2018 con effetto immediato, a causa della sua incapacità di rispettare l'articolo 8.2 del Regolamento Sportivo, essendosi di fatto ritirato, e perderà tutti i punti conquistati finora nel campionato Costruttori.

Il nuovo team principal di Racing Point inizierà il suo cammino questo weekend, ripartendo da zero punti nella classifica riservata alle squadre.

“Il team Racing Point Force India è lieto di poter iniziare una nuova avventura questo weekend – ha dichiarato il nuovo team principal Otmar Szafnauer - solo poche settimane fa si prospettava un futuro incerto, con oltre 400 posti di lavoro a rischio. Oggi il nuovo team ha il sostegno di un consorzio di investitori guidato da Lawrence Stroll, che ha confermato la fiducia in tutti noi come squadra, nella nostra esperienza e nelle nostre potenzialità. Siamo grati alla FIA e alla Formula One Management per il loro supporto e per l’aiuto concreto che ci ha consentito di raggiungere un risultato così positivo, sia per noi ma, crediamo, anche per lo sport e per i suoi numerosi fan”.

Il presidente della FIA, Jean Todt, ha aggiunto: “Sono molto lieto che sia stato raggiunto un risultato positivo e accogliamo favorevolmente l'entrata a metà stagione di Racing Point Force India. Creare un ambiente di stabilità finanziaria in Formula Uno è una delle sfide più importanti, e grazie al duro lavoro di FIA, degli amministratori di Racing Point e di Formula One Management abbiamo creato una situazione che salvaguarda il futuro di tutti i dipendenti di grande talento di questa squadra, mantenendo la competizione del campionato equa e regolamentata anche nella seconda metà di stagione”.

condivisioni
commenti
Hamilton replica a Vettel: "Anche la Mercedes avrà il motore nuovo a Spa"

Articolo precedente

Hamilton replica a Vettel: "Anche la Mercedes avrà il motore nuovo a Spa"

Prossimo Articolo

Spa, Libere 1: Vettel subito bene. Anche Verstappen davanti alle due Mercedes

Spa, Libere 1: Vettel subito bene. Anche Verstappen davanti alle due Mercedes
Carica commenti
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021