Formula 1
02 lug
-
05 lug
Evento concluso
09 lug
-
12 lug
Prove Libere 1 in
1 giorno
G
GP 70° Anniversario
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
27 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
113 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
127 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
141 giorni

L'opinione: dopo il GP di Francia della noia "arridatece er puzzone"

condivisioni
commenti
L'opinione: dopo il GP di Francia della noia "arridatece er puzzone"
24 giu 2019, 08:05

Flavio Vanetti invoca l'intervento rapido di Liberty Media per spezzare l'azzeramento dell'interesse della F1 dopo la scialba gara del Paul Ricard. E se il "padrone" del Circus non è in grado di ribaltare il tavolo, il rischio è semplice: si rimpiangerà Bernie Ecclestone.

Il GP di Francia ha solo dato l'ultima conferma: la F1 sta pericolosamente facendo rotta verso l'azzeramento dell'interesse, causa noia delle corse, causa il dominio della Mercedes che, per meriti propri e demeriti altrui, sta accoppando i Mondiali in maniera seriale.

Gli scogli sono già in vista, presto si andrà a sbattere. Ormai il paragone con le moto è impietoso e devastante: perfino un GP quale quello di Catalunya, nel quale Marquez ha potuto galoppare indisturbato verso il successo - proprio come fa ultimamente Hamilton nel mondo delle quattro ruote - grazie all'incidente provocato da Lorenzo, esce vincitore dal confronto.

Penso allora che sia giunto il momento in cui Liberty Media debba fare la voce grossa e imporre una svolta nel segno dello spettacolo e dell'emozione. E' o non è il padrone della baracca?

Allora si faccia sentire: fin qui abbiamo visto interventi (anche molto buoni) per svecchiare l'immagine e per lanciare iniziative di coinvolgimento dei tifosi; ma ora è tempo di intervenire sulla "sostanza".

Come agire? Di sicuro sentendo il parere dei piloti - e pare, per fortuna, che ci sia questa volontà -, gli attori che devono recitare il copione. Quindi imponendo ai team e alla stessa Fia, ingessata in norme autolesionistiche, qualcosa di totalmente differente.

 

Magari non il Luna Park che si prefigurava con certe visioni, ma di sicuro qualcosa di molto simile allo show che aveva in mente Flavio Briatore, un genio della creatività che stoltamente è stato messo da parte.

La rivisitazione (o rivoluzione?) deve poi procedere anche attraverso una svolta culturale: piantiamola con la F1 quale punta avanzata della tecnologia se deve diventare il cappio che strangola.

Certo, ci dovrà sempre essere attenzione al profilo high-tech, soprattutto per non sganciarsi dalle relazioni  e dalle ricadute con il mondo dell'automotive, ma adesso serve qualcosa di più easy.

Senza questo passo, il rischio è semplice: si rimpiangerà Bernie Ecclestone, uno che a questo punto si inventerebbe qualcosa per evitare il tracollo. "Arridatece er puzzone": in fondo è un "evergreen" che a volte ritorna.

Flavio Vanetti

Prossimo Articolo
F1 2019: ecco gli orari tv di Sky e TV8 del GP d'Austria al Red Bull Ring

Articolo precedente

F1 2019: ecco gli orari tv di Sky e TV8 del GP d'Austria al Red Bull Ring

Prossimo Articolo

La FIA difende lo spegnimento dei semafori rapido che ha sorpreso i piloti al via

La FIA difende lo spegnimento dei semafori rapido che ha sorpreso i piloti al via
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Francia
Sotto-evento Post-gara
Location Circuit Paul Ricard