L'accordo Heineken-F.1 scatena la reazione dei gruppi anti-alcol

Il presidente della FIA Jean Todt è stato invitato a prendere in considerazione un divieto di sponsorizzazione dei prodotti alcolici in Formula 1.

Mariann Skar, segretario generale dell'European Alcohol Policy Alliance, ha scritto a Todt per esprimere la sua preoccupazione circa l'impatto del nuovo accordo di sponsorizzazione della Heineken al mondo del GP.

La Heineken ha annunciato al GP del Canada un importante accordo, che potrebbe valere più di 250 milioni nei prossimi sette anni.

Il logo dell'azienda comparirà a bordo pista in numerosi appuntamenti del Mondiale, inoltre l'azienda olandese ha deciso di investire in una campagna di marketing volta a dare una spinta "social" alla F.1

Tutto questo ha creato una certa preoccupazione all'interno dell'European Alcohol Policy Alliance, che ha messo in discussione il fatto che questa sia adattabile alle campagne della FIA volte a ridurre i decessi negli incidenti stradali.

La Skar ha detto: "In F.1 dovrebbero chiedersi se vogliono essere un evento di motorsport o un enento di un marchio alcolico".

"Monitorando il GP di Monaco del 2015, abbiamo trovato 11 riferimenti a marchi alcolici al minuto, con una media di uno ogni 5 secondi. Come diventerà questo valore quando Heineken diventerà il main sponsor?".

"Se questo sport ed il produttore di bevande alcoliche vogliono essere visti come industrie responsabili, dovrebbero fermare questo accordo ed allontanare le sponsorizzazioni di alcol dalla Formula 1".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie