Kvyat: "Ho bisogno di tornare ad amare quello che faccio"

condivisioni
commenti
Kvyat:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
01 ago 2016, 15:00

Il russo ha ammesso che la retrocessione dalla Red Bull alla Toro Rosso gli ha creato delle difficoltà: "Ho smesso di godermi quello che faccio e stavo prosciugando me stesso". Ora spera che la pausa lo possa aiutare a risollevarsi.

Daniil Kvyat, Scuderia Toro Rosso STR11
Daniil Kvyat, Scuderia Toro Rosso
Daniil Kvyat, Scuderia Toro Rosso
Daniil Kvyat, Scuderia Toro Rosso
Daniil Kvyat, Scuderia Toro Rosso STR11
Daniil Kvyat, Scuderia Toro Rosso STR11
Daniil Kvyat, Scuderia Toro Rosso STR11

Daniil Kvyat sembra davvero non riuscire più a riprendersi dalla batosta che gli ha riservato la Red Bull a cavallo tra il GP di Russia e quello di Spagna, retrocedendolo dalla "prima squadra" alla Toro Rosso per far spazio all'astro nascente.

Da quando si è messo al volante della STR11, il russo ha raccolto la miseria di 2 punti e il tutto mentre invece il compagno di squadra Carlos Sainz Jr è stato capace di metterne insieme oltre 20. Numeri a parte, Daniil ha dato la netta sensazione di essere in difficoltà dal punto di vista mentale e lo ha sostanzialmente confermato dopo il GP di Germania.

"Non posso incolparli, perché mi hanno permesso di diventare un pilota competitivo. In questo momento però non sono così forte a causa di quello che è successo diversi mesi fa. Ma non è una scusa, è una spiegazione" ha detto, parlando della scelta fatta dai vertici della Red Bull.

"Queste cose, alla fine, ti possono rendere più forte, ma quello che è accaduto mi ha fatto riflettere molto e non è semplice. Mi ha fatto smettere di godermi quello che faccio e ora ho bisogno di tornare ad amare il mio lavoro" ha aggiunto.

Per fortuna ora c'è una pausa di diverse settimane, durante la quale potrà provare a ricaricare le batterie e a trovare sensazioni positive: "Ne ho davvero bisogno, forse più di chiunque altro. Stavo veramente chiedendo troppo a me stesso, cose che non sono possibili in macchina in questo momento. E' facile prosciugare se stessi ed è come mi sento io in questo momento".

"Molte persone che mi conoscono bene mi hanno detto che non ero me stesso nelle ultime settimane, ma non ho bisogno di essere compianto per questo, perché ognuno di noi attraversa dei momenti di questo tipo" ha concluso.

Informazioni aggiuntive di Jamie Klein

Prossimo articolo Formula 1
La Ferrari volta pagina: il Reparto Corse con una struttura orizzontale

Articolo precedente

La Ferrari volta pagina: il Reparto Corse con una struttura orizzontale

Prossimo Articolo

Analisi tecnica: ecco come Ferrari e Red Bull simulano i carichi 2017

Analisi tecnica: ecco come Ferrari e Red Bull simulano i carichi 2017
Carica commenti