Kvyat: "Dedico il podio a Jules e al Team"

condivisioni
commenti
Kvyat:
26 lug 2015, 16:01

Primo podio in F1 per il giovane russo della Red Bull che dedica l'impresa a Bianchi e tiene dietro Ricciardo

Secondo posto Daniil Kvyat e terzo posto Daniel Ricciardo, Red Bull Racing
Secondo posto Daniil Kvyat e terzo posto Daniel Ricciardo, Red Bull Racing
Daniil Kvyat, Red Bull Racing con i giornalisti
Podio: secondo posto Daniil Kvyat, Red Bull Racing, il vincitore Sebastian Vettel, Ferrari e terzo posto Daniel Ricciardo, Red Bull Racing
Daniil Kvyat, Red Bull Racing con i giornalisti
Daniil Kvyat, Red Bull Racing
Daniil Kvyat, Red Bull Racing
Daniil Kvyat, Red Bull Racing RB11
Daniil Kvyat, Red Bull Racing

E' un Daniil Kvyat visibilmente soddisfatto ed emozionato quello salito sul secondo gradino del podio a Budapest. Il giovane russo, in costante crescita negli ultimi Gran Premi, è riuscito finalmente a salire per la prima volta sul podio, cogliendo una insperata seconda posizione, regalando inoltre alla Russia la gioia di vedere per la prima volta nella storia un proprio pilota sul podio. 

Intervistato a fine gara, Daniil ha dichiarato "vorrei ringraziare tutti, è stato un weekend molto duro, non soltanto per quanto accaduto in pista, ma credo che il team ha meritato questo podio e voglio ringraziare l'intera squadra per avermi dato la possibilità di cogliere questo risultato. Dedico questo podio a Jules. Abbiamo perso non solo un grande ragazzo, ma anche un grande pilota".

Il driver russo della Red Bull ha analizzato una gara ricca di colpi di scena "Dopo la prima curva credevo che la mia gara fosse già compromessa avendo spiattellato violentemente una gomma. Avevo difficoltà a controllare la monoposto, ma il team mi ha incitato a spingere via radio. Di solito si dice "non mollare mai" e sino ad oggi non avevo idea di cosa significasse, ma dopo questa gara ho capito cosa vuol dire non arrendersi mai perchè le cose possono sempre girare per il verso giusto".

Prossimo articolo Formula 1