Kimi: "La SF16-H è veloce, ma non ancora ai livelli che vorremmo"

Alla conferenza stampa piloti di Shanghai, Kimi Raikkonen ha ammesso che la SF16-H avrà bisogno di ulteriori sviluppi: "La vettura è buona, ma dobbiamo fare di più. Non siamo dove vorremmo essere".

Un secondo e un terzo posto sono il bottino raccolto dalla Ferrari nei primi due Gran premi del Mondiale 2016 di Formula 1. A prima vista un inizio piuttosto confortante, soprattutto prendendo in considerazione il passo gara mostrato dalle SF16-H, ma Kimi Raikkonen ha affermato di non essere ancora soddisfatto della vettura di cui può disporre in questa stagione.

Il finnico, presente alla conferenza stampa piloti che inaugura il fine settimana di gara di Shanghai, ha ammesso di essere contento della velocità della monoposto del Cavallino, ma di non esserlo per quanto riguarda l'affidabilità. Kimi è stato costretto al ritiro in Australia, mentre in Bahrain è toccato a Vettel fermarsi anzitempo, senza vedere la bandiera a scacchi. Così, Raikkonen non si è nascosto e ha ammesso il suo disappunto per i due ritiri di inizio stagione.

"Siamo ancora fiduciosi di quanto ha fatto il team nel corso dell'inverno, anche se le prime due gare della stagione non sono state ideali per noi per quanto riguarda i risultati. Abbiamo colto due podi, ma non centrare punti e non finire le gare con una delle due macchine non è quello che vogliamo. C'è ancora del lavoro da fare per quanto riguarda l'affidabilità, ma abbiamo la velocità. Se prendiamo in analisi le ultime Qualifiche del GP del Bahrain possiamo accorgercene".

"Abbiamo un buon pacchetto, ma abbiamo bisogno di fare di più e renderlo migliore. La vettura è migliorata in ogni settore. Il team può lavorare su un pacchetto migliore rispetto allo scorso anno, ma non è ancora buono ai livelli che vorremmo. La vettura però è piuttosto buona e partiremo da questo assunto. Se devo scegliere, preferisco avere una vettura molto veloce. Sappiamo che possiamo fare meglio di quanto stiamo facendo.

Nelle prime due gare della stagione i piloti hanno dovuto fare i conti con la restrizione dei team radio, ma per Raikkonen non è cambiato quasi nulla rispetto allo scorso anno: "Il divieto dei team radio non ha cambiato le gare. Sono normale, non ci sono problemi e ogni cosa scorre in maniera fluida. Questo aspetto avrebbe potuto cambiare le cose, ma spesso non ci sono affatto problemi. Se qualcosa dovesse andare storto allora potrebbe essere difficile sistemarla. Le prime gare sono andate piuttosto bene, non ci sono stati problemi per me. Sono sicuro che in alcune gare potremmo aver bisogno di avere le comunicazioni radio, ma le cose sono già state discusse e decise. Dunque per me va bene così. Non rimpiango nulla, ho il mio lavoro da fare e dovete chiedere a chi ha deciso a tal riguardo".

Il meteo potrebbe essere una delle principali variabili del fine settimana cinese. "Ogni tanto piove qui, quindi non sarebbe nulla di nuovo qualora dovesse accadere anche in questa stagione. E' già piovuto in Australia. Se dovesse piovere nel corso delle Qualifiche potrebbe cambiare le cose, ma non credo che il risultato finale possa discostarsi più di tanto da quanto dovremmo vedere sull'asciutto. Sarebbe più eccitante e più difficile, ma l'importante è che non piova nel bel mezzo delle sessioni, perché porterebbe i team a richiamare le vetture e non girare", ha concluso il finlandese.

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP della Cina
Sub-evento Giovedì
Circuito Shanghai International Circuit
Piloti Kimi Raikkonen
Team Ferrari
Articolo di tipo Conferenza stampa