Jeddah sarà il circuito cittadino più veloce del mondo

Michael Masi, direttore di gara della F1, dopo il GP d'Italia si è recato in Arabia Saudita per effettuare un'ispezione al tracciato che dovrà ospitare il 5 dicembre il penultimo appuntamento del mondiale 2021. Il tracciato di Tilke sebbene sia realizzato nell'ambito cittadino avrà le caratteristiche di un impianto permanente con una media sul giro di oltre 260 km/h.

Jeddah sarà il circuito cittadino più veloce del mondo

Dopo il Gran Premio d’Italia il direttore di gara della Formula 1, Michael Masi, si è recato in Arabia Saudita per verificare lo stato dei lavori di costruzione del Jeddah Street Circuit.

Un’ispezione indispensabile, visto che tra due mesi la Formula 1 sarà in viaggio per raggiungere la città che si affaccia sul Mar Rosso a cento chilometri da La Mecca, che ospiterà il 5 dicembre il penultimo Gran Premio del 2021.

Osservando i lavori che procedono sotto la guida di Hermann Tilke, emerge un aspetto un po' a sorpresa: quello di Jeddah, sarà davvero un circuito cittadino?

Ovviamente la pista è in città, anzi, è collocato in una zona che separa le abitazioni che si affacciano sul mare e la spiaggia, e in alcuni tratti le monoposto transiteranno a pochi metri di distanza dalla riva. Ma osservato dall’alto l’impianto sembra un circuito permanente realizzato in città e a confermarlo è stato lo stesso Tilke, parlando di una media sul giro spaventosa per quello che a tutti gli effetti è uno ‘street circuit’.

La collocazione non deve trarre in inganno, quello che ospiterà il primo Gran Premio dell’Arabia Saudita è un circuito con tutte le caratteristiche di un tracciato permanente, e con gli oltre sei chilometri d’estensione (6.175 metri) diventa inferiore solo a Spa in termini di lunghezza tra le piste sulle quali fa tappa la Formula 1.

Le curve sono fluide, non ci sono i passaggi tipici delle piste in città con curve a novanta gradi, ma tratti che si preannunciano molto veloci confermati nelle simulazioni. I dati indicano una velocità massima di oltre 322 km/h alla curva ‘27’, ma soprattutto una media sul giro che dovrebbe superare i 260 km/h! Sono previste tre zone DRS, con più punti che dovrebbero favorire le possibilità di sorpasso.

L’area dove sta sorgendo il circuito è un cantiere in cui l’attività è frenetica e l’impressione è che sarà una corsa contro il tempo per garantire il completamento della struttura entro due mesi. A fare da cornice alla pista e alle strutture operative ci sarà un’area verde, che rimarrà poi a disposizione della città come parco pubblico.

Secondo Tilke i tempi saranno stretti ma tutto verrà completato in tempo, e diventerà un nuovo record per l’architetto tedesco, considerando che lo scorso mese di dicembre di questo progetto non vi era traccia, neanche sulla carta. L’impianto sarà dotato di illuminazione, per permettere (come in Bahrain e Abu Dhabi) lo svolgimento della gara in notturna.

Il circuito di Jeddah

Il circuito di Jeddah

Photo by: Saudi Motorsport Company

condivisioni
commenti
Honda: più potenza elettrica per la power unit di Verstappen!
Articolo precedente

Honda: più potenza elettrica per la power unit di Verstappen!

Prossimo Articolo

Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus

Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021