Interlagos non teme gli attacchi di Bernie Ecclestone

Una nota ufficiale del GP del Brasile chiarisce che c'è un contratto valido fino al 2020 e che i lavori di aggiornamento stanno proseguendo. Inoltre c'è un accordo di partnership con la Heineken.

Questa mattina vi avevamo parlato della possibilità che questo possa essere l'ultimo anno in cui la Formula 1 farà tappa ad Interlagos, in quanto alcuni problemi finanziari starebbero impedendo il completamento dei lavori di ristrutturazione dell'impianto che ospita il GP del Brasile, che erano stati richiesti espressamente da Bernie Ecclestone. E la minaccia infatti era arrivata proprio da Mister E in Canada.

Dall'ufficio stampa del GP del Brasile però è arrivata una breve nota, che in realtà nega questa possibilità: "La verità è che non ci sono le condizioni legali per rompere il contratto con il promoter, la Interpub, che ha validità fino al 2020".

Ma non solo, sostiene anche che i lavori stanno procedendo e che già quest'anno il paddock sarà più ampio: "La città di San Paolo sta lavorando al progetto di aggiornamento del tracciato di interlagos. Quest'anno il progetto è entrato nella terza fase, con l'area del paddock che sarà ampliata, migliorando le condizioni per ogni squadra".

Inoltre il promoter avrebbe appena stretto un legame con la Heineken, nuovo sponsor della Formula 1, che quindi difficilmente vorrà vedere sparire la corsa di Interlagos: "La Interpub inoltre ha appena concluso un accordo di fornitura esclusiva con l'Heineken per la fornitura della birra ad Interlagos. Il Brasile è uno dei mercati chiave per il marchio olandese, che dal GP del Canada è diventato uno degli sponsor ufficiali del campionato".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Brasile
Circuito Interlagos
Articolo di tipo Ultime notizie