Interlagos, Libere 3: Rosberg alza la testa, Vettel è terzo con la Ferrari

condivisioni
commenti
Interlagos, Libere 3: Rosberg alza la testa, Vettel è terzo con la Ferrari
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
12 nov 2016, 14:21

Le Mercedes sono davanti nel terzo turno di prove libere del GP del Brasile con Rosberg davanti a Hamilton, ma la sorpresa è la Ferrari che porta Vettel a pochi millesimi dall'inglese con Raikkonen quarto davanti alle Red Bull e alle Williams.

La terza sessione di prove libere del GP del Brasile è iniziata con una fastidiosa pioggerellina che poi non ha condizionato il lavoro dei piloti perché l'asfalto si è asciugato in fretta anche se la temperatura è rimasta fresca. Nico Rosberg ha preso le redini del weekend risultando il più veloce con un tempo di 1'11"740 ottenuto nel secondo giro con le gomme Soft, le più morbide fra quelle portate dalla Pirelli.

Il tedesco della Mercedes ha lasciato ad appena 93 millesimi di secondo Lewis Hamilton, ma la sorpresa della mattinata è Sebastian Vettel che ha portato la Ferrari ad appena un decimo dal tre volte campione del mondo con il tempo di 1'11"959. Sulla SF16-H è stata sostituita l'ala anteriore a metà sessione perché i meccanici avrebbero trovaro una micro crepa nel profilo principale.

La squadra del Cavallino la notte scorsa ha rotto il "coprifuoco" per rivoluzionare gli assetti della Rossa che con l'asfalto a soli 23 gradi sembra aver trovato la strada giusta per la competitività. L'andamento della Ferrari viene confermato da Kimi Raikkonen che ha piazzato la sua SF16-H a 68 millesimi da quella del tedesco, segno che entrambi i piloti di Maranello sembrano aver trovato la via giusta. La Rossa è veloce nel primo e terzo settore, mentre soffre in quello centrale che è il più guidato.

Non è il caso di illudersi, perché non è la prima volta che la Rossa mostra belle cose nell'ultimo turno delle libere e si perde durante le qualifiche. Il dato della sessione è che la Ferrari ha scavalcato Red Bull Racing e Williams che è tornata ad una posizione più "naturale", dopo l'exploit di ieri quando aveva girato con poca benzina.

Max Verstappen è quinto con la RB12 con 1'12"077 di poco dietro al finlandese della Ferrari: per correttezza è giusto dire che i due conduttori di Milton Keynes hanno ottenuto la loro prestazione nella prima fase del turno quando la pista era meno gommata. Daniel Ricciardo i accoda al giovane olandese dopo aver beccato un paio di decimi.

Dietro alle Red Bull ecco spuntare Valtteri Bottas con la Williams accreditata di 1'12"614: in condizioni di minore aderenza la FW38 ha mostrato i suoi limiti di carico e così Felipe Massa si è accontentato della nona posizione. Fra i due piloti di Grove si è inaspettatamente infilato Jolyon Palmer, l'inglese confermato dalla Renault, che per la prima volta si è arrampicato in ottava piazza con un incoraggiante 1'12"990.

La top ten è stata completata da Fernando Alonso con la McLaren: lo spagnolo ha dovuto rinunciare alla prima mezz'ora per un problema ad un sensore della trasmissione che poi è stato sostituito. Se l'asturiano può essere soddisfatto per aver infilato la MP4-31 davanti alle due Force India, non ride Jenson Button che ha coperto solo nove tornate afflitto dai soliti problemi di affidabilità della McLaren: passano i GP, ma i guai non vengono risolti nel team di Woking, per cui il britannico è finito alla 18esima piazza.

Con il fresco sono andate in crisi le due Force India: Nico Hulkenberg è 11esimo, seguito da Sergio Perez a quasi 1"5 dalla vetta. Da segnalare un innocuo testacoda di Romain Grosjean che continua a litigare con la sua Haas.

Problemi per Marcus Ericsson con la Sauber: lo svedese ha concluso il suo lavoro con l'installation lap, poi non lo si è più visto in pista. Pascal Wehrlein si è preso la sua rivincita nel "derby" fra i giovani talenti della Manor: il tedesco è 19esimo, con Esteban Ocon regelato alla 21esima posizione.

Cla#PilotaChassisMotoreGiriTempoGapDistaccokm/h
1 6  Nico Rosberg  Mercedes Mercedes 19 1'11.740     216.230
2 44  Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 21 1'11.833 0.093 0.093 215.950
3 5  Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 14 1'11.959 0.219 0.126 215.572
4 7  Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 16 1'12.027 0.287 0.068 215.369
5 33  Max Verstappen  Red Bull TAG 19 1'12.077 0.337 0.050 215.219
6 3  Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 21 1'12.287 0.547 0.210 214.594
7 77  Valtteri Bottas  Williams Mercedes 27 1'12.614 0.874 0.327 213.628
8 30  Jolyon Palmer  Renault Renault 19 1'12.968 1.228 0.354 212.591
9 19  Felipe Massa  Williams Mercedes 26 1'12.990 1.250 0.022 212.527
10 14  Fernando Alonso  McLaren Honda 12 1'13.002 1.262 0.012 212.492
11 27  Nico Hulkenberg  Force India Mercedes 14 1'13.203 1.463 0.201 211.909
12 11  Sergio Perez  Force India Mercedes 19 1'13.231 1.491 0.028 211.828
13 20  Kevin Magnussen  Renault Renault 15 1'13.255 1.515 0.024 211.758
14 55  Carlos Sainz Jr.  Toro Rosso Ferrari 20 1'13.293 1.553 0.038 211.649
15 8  Romain Grosjean  Haas Ferrari 15 1'13.344 1.604 0.051 211.501
16 21  Esteban Gutierrez  Haas Ferrari 16 1'13.596 1.856 0.252 210.777
17 26  Daniil Kvyat  Toro Rosso Ferrari 13 1'13.609 1.869 0.013 210.740
18 22  Jenson Button  McLaren Honda 9 1'13.750 2.010 0.141 210.337
19 94  Pascal Wehrlein  Manor Mercedes 20 1'13.972 2.232 0.222 209.706
20 12  Felipe Nasr  Sauber Ferrari 14 1'13.992 2.252 0.020 209.649
21 31  Esteban Ocon  Manor Mercedes 21 1'14.222 2.482 0.230 209.000
22 9  Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 1      

 

Prossimo Articolo
Mercedes: scelti gli slot aperti sulla paratia dell'ala posteriore

Articolo precedente

Mercedes: scelti gli slot aperti sulla paratia dell'ala posteriore

Prossimo Articolo

Mercedes: spostata la piazzuola del pit stop per un avvallamento

Mercedes: spostata la piazzuola del pit stop per un avvallamento
Carica commenti