Incredibile: Red Bull vuole liberare Kvyat dalla Ferrari per riportarlo alla Toro Rosso!

condivisioni
commenti
Incredibile: Red Bull vuole liberare Kvyat dalla Ferrari per riportarlo alla Toro Rosso!
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
30 ago 2018, 15:30

A Spa c'è stato un incontro nell'Energy Station della Red Bull di Horner e Marko con Arrivabene per trattare il ritorno del pilota russo nell'alveo della Toro Rosso. E' da vedere che Daniil sia disponibile dopo che Vergne ha già declinato l'offerta.

Maurizio Arrivabene, Team Principal Ferrari, Dr Helmut Marko, Consulente Red Bull Motorsport, Christian Horner, Team Principal Red Bull Racing e Gino Rosato, Ferrari
Daniil Kvyat, Ferrari e Marco Matassa, ingegnere Ferrari
Toro Rosso STR13 Honda noses
Brendon Hartley, Toro Rosso, si cala nell'abitcolo della sua monoposto
Lando Norris, McLaren MCL33, si prepara a guidare nelle FP1
Antonio Giovinazzi, tester e pilota di riserva, Ferrari

Daniil Kvyat potrebbe tornare nell’orbita Red Bull. La notizia trapelata nel paddock di Monza riporta di un incontro avvenuto a Spa tra Maurizio Arrivabene, Helmut Marko e Christian Horner, in cui i manager del team austriaco hanno sondato la possibilità di poter riavere nel loro organico il pilota russo.

La destinazione sarebbe la Toro Rosso, orfana di Pierre Gasly dopo il passaggio del francese in Red Bull, ed ora a caccia di due piloti (Hartley ha solo qualche piccola chance di conferma) per la stagione 2019.

Helmut Marko per anni ha avuto a disposizione budget per finanziare un vivaio di giovani piloti che ha prodotto buoni risultati. Ogni volta che il manager austriaco ha avuto un sedile della Toro Rosso a disposizione non c’era che l’imbarazzo della scelta. Oggi la situazione è molto diversa, e l’unico pilota su cui Marko potrebbe scommettere, il britannico Dan Ticktum, non ha ancora i punti necessari per la superlicenza.

Leggi anche:

Da qui nasce la necessità di dover tornare sul mercato, ma Marko (come ha già fatto dodici mesi fa richiamando l’ex Hartley) sembra non voler candidare piloti che non siano cresciuti nell’area Red Bull. Il tutto nonostante la decisone nel 2016 che retrocesse Kvyat dalla Red Bull alla Toro Rosso e quella del 2017 che bocciò definitivamente il russo.

Evidentemente qualcosa è cambiato, e ora è stata quindi sondata la situazione contrattuale di Daniil con la Ferrari (Kvyat è il pilota che la Scuderia utilizza da inizio stagione al simulatore) nella speranza poi che il pilota russo accetti la proposta.

Non è un passaggio scontato, visto che Jean Eric Vergne ha già risposto con un “no grazie” all’offerta di un ritorno in Toro Rosso.

“Se fosse stata una chiamata per la Red Bull ci avrei pensato – ha confidato il francese a Spa – ma credo di aver già completato la mia esperienza alla Toro Rosso”.

In attesa di capire come si evolverà la situazione di Kvyat, è fonte di trattative anche il secondo sedile del team.

Come detto c’è una piccola speranza di conferma di Hartley, ma Marko vorrebbe almeno un pilota giovane nel team. Nel paddock si parla di una possibilità Lando Norris, qualora l’inglese non trovasse posto nel futuro della McLaren, una trattativa che potrebbe essere facilitata anche dal passaggio del responsabile tecnico della Toro Rosso, James Key, proprio alla McLaren. Il gardening dell’ingegnere britannico, quindi, potrebbe finire sul tavolo delle trattative.

A Helmut Marko piace anche Antonio Giovinazzi, che da esordiente in GP2 contese il titolo a Gasly, ma il pilota pugliese al momento è legato alla Ferrari, quindi anche in questo caso diventerebbe necessario per il tandem Marko/Horner sedersi nuovamente al tavolo delle trattative con gli uomini del Cavallino...

Prossimo articolo Formula 1
Vettel: "A Monza vogliamo vincere. Il 2016 è stato l'anno chiave della rinascita della Ferrari"

Articolo precedente

Vettel: "A Monza vogliamo vincere. Il 2016 è stato l'anno chiave della rinascita della Ferrari"

Prossimo Articolo

Raikkonen: "Annunci a Monza? Non lo so, dovete parlare con il team"

Raikkonen: "Annunci a Monza? Non lo so, dovete parlare con il team"
Carica commenti