Il mio lavoro in F.1... responsabile del reparto IT della Force India

condivisioni
commenti
Il mio lavoro in F.1... responsabile del reparto IT della Force India
Di:
Tradotto da: Giacomo Rauli
8 nov 2017, 07:30

Ci sono persone che non si vedono in TV, ma aiutano la F.1 a fare il proprio show. Motorsport.com vi mostra alcune di queste. Questa è la storia di Paul Bendrey, responsabile del reparto IT del team Sahara Force India.

Il mio lavoro è...

Sono il responsabile del reparto IT del team Sahara Force India. Mi occupo di ciò sin dai primi collegamenti delle apparecchiature sino all'imballaggio di queste per il rientro del materiale. Così, nel weekend di gara, lavoro da martedì sino a domenica notte.

Una volta che tutto è pronto in pista, mi assicuro che tutto funzioni anche in fabbrica, perché miriamo od avere il collegamento dalla fabbrica anche quando siamo in pista e deve funzionare tutto prima che arrivino gli ingegneri. Tutto deve funzionare per il trasferimento dati dalla pista al Regno Unito, dove abbiamo la nostra fabbrica. Per il trasferimento dati usiamo i cavi, perché funzionano molto meglio del wireless a causa di alcune interferenze.

Questa è la seconda stagione che lavoro in pista, ma il mio quarto con il team Force India.

Il mio programma del weekend di gara…

Arriviamo lunedì nel luogo di gara, ma in pista sono presente dal giorno successivo. Martedì lavoriamo per rendere funzionale ogni cosa ai box. Dunque agganciamo le connessioni, facciamo le prove di allacciamento con la Gran Bretagna e vediamo che tutto vada bene. Mercoledì installiamo le telecamere nei box, così i ragazzi che sono a SIlverstone possono rendersi conto se le monoposto sono costruite correttamente.

Giovedì iniziamo a lavorare sul muretto della pit lane e sulle sue funzioni. Deve essere pronto e operativo per il giorno successivo, quando le monoposto entreranno in pista per disputare i primi due turni di libere. Mi assicuro che non ci siano problemi di fissaggio. Al termine delle libere mi occupo del trasporto dei nostri oggetti più delicati e controllo come viene usato il nostro muretto dai team minori. Poi sistemo tutto nuovamente per la seconda sessione di libere e impacchetto tutto al termine della giornata.

Questa routine viene ripetuta sino al giorno della gara. Quello è il giorno più stressante, perché devi assicurarti che tutti i sistemi funzionino alla perfezione e siano pronti per la gara. Domenica sera ci sono un sacco di dati da trasferire quando le monoposto rientrano dalla gara. Inviamo i dati del motore ai nostri fornitori, dunque c'è uno scambio di dati costante. Dunque domenica è la giornata più impegnativa. Una volta terminato il processo, allora iniziamo a impacchettare tutto per rientrare alla base. Le operazioni post GP possono durare ben 8 ore, dunque concentriamo due giorni lavorativi in uno solo.

Sergio Perez, Force India
Sergio Perez is having a look at the data

Photo by: Sutton Motorsport Images

La cosa più importante del mio lavoro…

La cosa fondamentale è assicurarmi che la connessione tra box e fabbrica funzioni bene. Non puoi far partire la monoposto senza tutto ciò, dunque l'infrastruttura di rete deve andare bene e funzionare costantemente. E' fondamentale anche la linea di ritorno dalla Gran Bretagna perché abbiamo bisogno anche dei dati che tornano al team in pista dopo un'analisi dal box remoto. Abbiamo bisogno di dati in tempo reale. La cosa più importante è dunque essere connessi e far funzionare le nostre strutture.

Tre oggetti di cui non posso fare a meno…

Cellulare, compute e probabilmente il mio kit oggetti che incorpora cose necessarie per sistemare i cavi di connessione. Questi possono essere classificati come un solo oggetto.

Le persone con cui sono costantemente in contatto…

Non ci sono persone con cui sono più in contatto rispetto ad altre. Ma direi che parlo di più con gli ingegneri e tutti i ragazzi che abbiamo in pit lane, probabilmente. Il mio capo è il direttore del reparto IT che si trova in fabbrica a Silverstone, ma quando ti trovi in pista devo essere autonomo, perché essere sul posto fa la differenza. E' chiaro però che abbiamo supporto dalla fabbrica nel corso delle sessioni.

Quando non sono in pista...

Mi trovate in fabbrica per controllare tutto l'equipaggiamento a nostra disposizione. Dunque l'inverno è un periodo molto impegnativo per noi perché dovremo rinfrescare i materiali in vista del Mondiale successivo. Nel corso della stagione abbiamo il compito di individuare il materiale da sostituire e da aggiornare. Questo è un lavoro che facciamo durante l'inverno, per questo è un periodo davvero impegnativo. Chiaramente la tecnologia è in costante evoluzione e per noi la filosofia giusta è legata all'affidabilità. Per questo motivo abbiamo bisogno che ogni oggetto della sezione in cui lavoro sia costantemente aggiornata. Dobbiamo inoltre cercare di eliminare alcuni problemi che troviamo nel corso dell'anno.

Esteban Ocon, Sahara Force India F1, Sergio Perez, Sahara Force India F1 met het team
Force India team photo featuring Paul Bendrey in the centre of the second row

Photo by: Sahara Force India F1

Senza di me…

Se non fossi qui? Tutti si lamenterebbero che manca il wifi! (scherza). A parte gli scherzi, significherebbe che i dati non possono essere spediti in fabbrica nel momento del bisogno e che non potrebbero tornare indietro. Le cose non funzionerebbero, l'infrastruttura del garage non sarebbe a posto e non saremmo connessi con il REgno Unito. Non  saremmo nemmeno in grado di mettere in moto la monoposto! (Scherza di nuovo).

La Formula 1 è…

Tutto. Prima che iniziassi a lavorare in F.1 la guardavo sempre e per me è sempre stato un sogno lavorare nel Circus iridato. Se non lavorassi qui, avrei probabilmente lavorato per il Governo, una banca, o cose del genere. Dunque non certo una cosa eccitante come quella che sto facendo!

Prossimo Articolo
George Russell debutta sulla Force India nelle Libere 1 in Brasile

Articolo precedente

George Russell debutta sulla Force India nelle Libere 1 in Brasile

Prossimo Articolo

Liberty Media: più primi piani e show in tv, ma cala la visibilità degli sponsor?

Liberty Media: più primi piani e show in tv, ma cala la visibilità degli sponsor?
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Team Force India
Autore Erwin Jaeggi