Formula 1
30 apr
-
03 mag
Evento concluso
07 mag
-
10 mag
Evento concluso
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
25 giu
-
28 giu
Postponed
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
110 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
152 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
166 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
180 giorni

Il crash di un server ha creato il problema del DRS ad Abu Dhabi

condivisioni
commenti
Il crash di un server ha creato il problema del DRS ad Abu Dhabi
Di:
Tradotto da: Matteo Nugnes
2 dic 2019, 11:19

Un arresto del server dei dati della direzione gara ha costretto la FIA ha disabilitare l'uso del DRS per il primo terzo di corsa del Gran Premio di Abu Dhabi, prima che il problema fosse risolto.

Il problema è sorto pochi istanti prima che la FIA dovesse abilitare il DRS, alla fine del secondo giro. Un messaggio sul sistema di cronometraggio ha avvisato i team del fatto che non poteva essere utilizzato, perché la direzione gara non poteva inviare il segnale alle monoposto. Alla fine è stato abilitato al 18esimo giro, per essere poi utilizzato fino al termine della gara.

"Fondamentalmente, si è trattato di un arresto del server dei dati" ha dichiarato il direttore di gara, Michael Masi. "L'abbiamo disabilitato e non lo abbiamo riattivato fino a quando non eravamo sicuri al 100% che tutto funzionava di nuovo regolarmente".

"Abbiamo eseguito vari controlli collaborando tra la FIA e l'F1 Group per assicurarci che tutto funzionasse a meraviglia, decidendo di non rischiare fino a quando non fossimo stati sicuri".

 

"Fondamentalmente, non avevamo un feed sicuro su cui contare per quanto riguarda il segnale del DRS che vanno alle auto".

"Ci siamo assicurati che fosse effettivamente eseguito il backup e che le condizioni fossero stabili, con il segnale che veniva inviato correttamente a tutti quanti. Una volta che ne siamo stati certi, abbiamo riattivato il server ed abilitato il DRS".

Quando gli è stato domandato cosa sarebbe successo se il DRS non fosse stato abilitato, ha detto: "Non sarebbe stato libero per tutti e, a dire il vero, preferisco non pensare nemmeno a cosa sarebbe successo! Ma in effetti, la misura precauzionale è stato subito la disabilitazione globale".

"Abbiamo un backup, ma la prima cosa da fare era identificare quale fosse il problema. Come sappiamo tutti, con qualsiasi sistema di backup, c'è sempre un piccolo ritardo".

"Se si fosse trattato di una singola vettura che aveva un problema, ovviamente sarebbe stato molto più facile da monitorare. Avendone 20, sarebbe stato impossibile controllarle tutte. Quindi è stato semplice prendere la decisione di disabilitarla".

Prossimo Articolo
Wolff: "Hamilton resta in Mercedes al 75 per cento"

Articolo precedente

Wolff: "Hamilton resta in Mercedes al 75 per cento"

Prossimo Articolo

Binotto: "Abbiamo avuto altri dieci controlli ok di benzina"

Binotto: "Abbiamo avuto altri dieci controlli ok di benzina"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Abu Dhabi
Autore Adam Cooper