I team principal in coro: "le qualifiche shoot out sono un disastro"

Toto Wolff, Christian Horner e Claire Williams bocciano definitivamente il format ad eliminazione e invocano un ritorno al sistema visto sino alla scorsa stagione già dal prossimo appuntamento in Cina.

"E' stato terribile", così ha commentato la sessione di qualifiche odierna Toto Wolff invocando il ritorno al format visto sino alla scorsa stagione.

I responsabili dei principali team sono concordi nel ritenere che sia giunto il momento di porre fine alle qualifiche shoot out e tornare sin dal prossimo appuntamento della Cina al format del 2015.

I team principal hanno programmato un incontro con Bernie Ecclestone e Jean Todt, entrmabi assenti alla riunione avvenuta la domenica mattina prima del Gran Premio di Melbourne dove si era trovato l'accordo per abbandonare immediatamente il format shoot out, per discutere il futuro delle qualifiche.

"Non credo che ciò che abbiamo visto sia stata una sorpresa" ha dichiarato Christian Horner a Motorsport.com

"C'è molta pressione all'inizio della sessione e si finisce con lo sprecare tutti i set di pneumatici a disposizione senza avere la possibilità di tentare un nuovo giro. Dobbiamo discuterne domani mattina e vedremo cosa uscirà fuori da questa riunione, non possiamo continuare con questo format".

"E' stato giusto provare, abbiamo verificato nuovamente questo sistema, ed abbiamo capito senza ombra di dubbio che sia quello sbagliato. Probabilmente le fasi iniziali della Q1 sono emozionanti, ma si sacrificano subito le gomme".

Anche Toto Wolff ha espresso il suo disappunto al termine delle qualifiche.

"Io e Paddy Lowe abbiamo capito perché i piloti hanno preferito uscire dalle vetture piuttosto che restare in pista. Perez stava per iniziare il giro veloce quando è iniziato il conto alla rovescia, le Williams stavano andando piano in pista e con tre minuti ancora al termine della sessione era già tutto deciso".

"Dobbiamo semplificare le procedure e non complicarle ulteriormente. Abbiamo una responsabilità verso il pubblico ed ultimamente non abbiamo rispettato molto gli spettatori. Dobbiamo tornare al format dello scorso anno e pensare come migliorarlo analizzando i dati e capendo se ci sono dei margini di miglioramento. Se dovessimo trovare una soluzione migliore la dovremmo applicare il prossimo anno!".

Una opinione differente proviene da Claire Williams, secondo cui il problema principale del nuovo format è da addebitare all'esiguo numero di pneumatici a disposizione dei team.

"Il problema principale è dato dal ridotto numero di gomme a disposizione che male si sposa con le qualifiche shoot out. Se questo problema non può essere risolto allora dobbiamo modificare l'intero sistema. In altre occasioni abbiamo visto piloti eliminati in qualifica e già fermi nel garage perchè non avevano gomme nuove a disposizione".

Quando le è stato chiesto se il ritorno al format 2015 sia l'unica soluzione al momento praticabile, Claire Williams ha risposto "Credo di si, non penso che da oggi al prossimo appuntamento in Cina sia possibile pensare ad un nuovo format di qualifiche. Spero che si possa tornare al vecchio sistema".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Bahrain
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Bahrain International Circuit
Team Mercedes , Red Bull Racing , Williams
Articolo di tipo Intervista