Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
21 mag
-
24 mag
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
02 lug
-
05 lug
FP1 in
106 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
120 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
134 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
162 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
169 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
182 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
FP1 in
218 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
225 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
239 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
253 giorni

I team di F1 rischiano di non avere gomme a sufficienza per una qualifica con quattro sessioni

condivisioni
commenti
I team di F1 rischiano di non avere gomme a sufficienza per una qualifica con quattro sessioni
Di:
Tradotto da: Marco Di Marco
7 apr 2019, 09:10

La proposta di inserire il Q4 a partire dal 2020 rischia di rivelarsi un boomerang se la Pirelli non dovesse fornire un set extra di pneumatici. Horner e Binotto hanno espresso il loro punto di vista a riguardo.

Come rivelato da Motorsport.com la scorsa settimana, i team di Formula 1, al recente Strategy Group, hanno portato avanti l’idea di un format di qualifiche con quattro sessioni.

La chiave affinché questa proposta sia ratificata saranno la simulazioni al computer. Queste al momento sono svolte insieme con i team per capire come si svolgerebbero queste sessioni e se i piloti riusciranno ad avere un numero di pneumatici sufficiente per arrivare sino alla fine.

Da quanto si è appreso, infatti, Pirelli è contraria a fornire set aggiuntivi gratuiti per il 2020, e i team non approveranno una modifica in quattro sessioni qualora vi sia la possibilità che i piloti possano rimanere senza gomme.

Il boss della Red Bull, Christian Horner, ha affermato che con l’attuale fornitura di 13 set di pneumatici per weekend non sarebbe possibile svolgere il format di qualifiche con il Q4.

“Quello che non vogliamo è il rischio di non vedere girare le vetture in Q4 perché non hanno set disponibili. Ci sono abbastanza gomme per supportare questa iniziativa?”.

“Siamo aperti ad ogni idea, ma prima bisogna pianificarla per bene per essere sicuri che non si cambi soltanto per il gusto di cambiare”.

“Sembra che siamo a corto di pneumatici per affrontare quattro sessioni di qualifica. Stiamo effettuando le simulazioni”.

Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, ha affermato come le simulazioni della quattro sessioni debbano essere svolte correttamente per non correre rischi qualora la proposta venga accolta.

“Abbiamo già iniziato le simulazioni ed è un qualcosa sulla quale stiamo lavorando”.

“Siamo fiduciosi circa i tempi (delle sessioni) e che la simulazione sia stata eseguita corettamente per evitare di incontrare qualsiasi tipo di problema.  Adesso attendiamo l’ultima formulazione della proposta per poi esaminarla”.

Scorrimento
Lista

Dan Ticktum, Red Bull Racing RB15

Dan Ticktum, Red Bull Racing RB15
1/10

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Dan Ticktum, Red Bull Racing RB15

Dan Ticktum, Red Bull Racing RB15
2/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Dan Ticktum, Red Bull Racing RB15

Dan Ticktum, Red Bull Racing RB15
3/10

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Dan Ticktum, Red Bull Racing RB15

Dan Ticktum, Red Bull Racing RB15
4/10

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15
5/10

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Charles Leclerc, Ferrari SF90, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10, Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, Kevin Magnussen, Haas F1 Team VF-19, e il resto del gruppo, alla partenza

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Charles Leclerc, Ferrari SF90, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10, Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, Kevin Magnussen, Haas F1 Team VF-19, e il resto del gruppo, alla partenza
6/10

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, precede Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34, Kevin Magnussen, Haas F1 Team VF-19, e Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, precede Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34, Kevin Magnussen, Haas F1 Team VF-19, e Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38
7/10

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Kevin Magnussen, Haas F1 Team VF-19, precede Lando Norris, McLaren MCL34, Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15, e Alexander Albon, Toro Rosso STR14

Kevin Magnussen, Haas F1 Team VF-19, precede Lando Norris, McLaren MCL34, Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15, e Alexander Albon, Toro Rosso STR14
8/10

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Renault R.S. 19, precede Sergio Perez, Racing Point RP19, Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15, Lando Norris, McLaren MCL34, e Alexander Albon, Toro Rosso STR14

Nico Hulkenberg, Renault R.S. 19, precede Sergio Perez, Racing Point RP19, Pierre Gasly, Red Bull Racing RB15, Lando Norris, McLaren MCL34, e Alexander Albon, Toro Rosso STR14
9/10

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, precede Lance Stroll, Racing Point RP19

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, precede Lance Stroll, Racing Point RP19
10/10

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Prossimo Articolo
Mick Schumacher: scopriamo come è andato il debutto in F1 con Ferrari e Alfa Romeo

Articolo precedente

Mick Schumacher: scopriamo come è andato il debutto in F1 con Ferrari e Alfa Romeo

Prossimo Articolo

Grosjean: "Le regole in Formula 1 non devono portare allo stesso caos della Formula E"

Grosjean: "Le regole in Formula 1 non devono portare allo stesso caos della Formula E"
Carica commenti