I capi dei team di F1: “Dobbiamo ascoltare le opinioni dei fan”

I capi dei team di Formula 1 sono d’accordo sul fatto che per gli insider di questo sport sia importante ascoltare le opinioni degli appassionati, che si sono espressi nell’ultimo Sondaggio Globale dei Fan, mentre vengono delineate le regole per il futuro.

I capi dei team di F1: “Dobbiamo ascoltare le opinioni dei fan”

Un sondaggio condotto da Motorsport Network e supportato dall'organizzazione della F1 ha dato l'opportunità ai fan di tutto il mondo di esprimere le loro opinioni. Arriva in un momento in cui lo sport sta facendo la propria transizione verso nuovi regolamenti tecnici nel 2022, e altre idee sono state proposte o addirittura messe alla prova. L'esperimento di un formato weekend sprint – provato finora a Silverstone e Monza – ha generato reazioni contrastanti.

"Dobbiamo ascoltare i fan – ha detto il team principal di Aston Martin Otmar Szafnauer – Questo è ciò di cui ci occupiamo, senza i fan lo sport sarebbe totalmente diverso. Quindi dobbiamo ascoltarli, sono il nostro pubblico, e ciò che facciamo qui è piacere al pubblico.

"Devi usare i dati per fare dei miglioramenti. Prima devi capire i punti più sottili di ciò che i fan vogliono, e poi darglielo – Il team principal della Ferrari Mattia Binotto ha convenuto che l'importante è che lo sport presti piena attenzione ai risultati – Fare sondaggi è sempre importante perché hai il feedback. Ma penso che la cosa più importante sia analizzare attentamente il feedback e i risultati del sondaggio per dare il giusto e corretto giudizio, ed eventualmente mettere in atto delle azioni. Quindi i sondaggi sono certamente importanti, ma la cosa più importante è quello che si sta facendo con esso”.

Il capo dell'Alfa Romeo Frederic Vasseur ha riconosciuto che a volte gli addetti ai lavori del team sono così presi dalle attività quotidiane che a volte non vedono il quadro generale – Penso che abbia senso perché alla fine stiamo facendo tutto per i fan. Ha senso sapere esattamente cosa si aspettano. A volte la nostra visione è molto concentrata sulle corse, perché forse siamo troppo coinvolti nel nostro business quotidiano”.

"Ma ha senso discutere di ciò che sentono, e poi vedremo cosa potremmo fare per soddisfare le loro aspettative. Dal muretto dei box a volte si ha la sensazione che i tifosi siano sempre gli stessi. Il gruppo di spettatori si sta evolvendo, soprattutto con la nuova comunicazione e così via. Dobbiamo capire chi c'è in tribuna".

Il team principal della Williams, Jost Capito, crede che i fan vogliano integrità sportiva, piuttosto che espedienti: “L'intero sport è quello di intrattenere i fan, quindi qualsiasi cosa facciamo dovrebbe essere basata su ciò che i fan vogliono vedere. Finché è appropriato per un vero sport. Solo per dire, 'Ok vogliamo una griglia inversa o vogliamo più crash,' penso che non sarebbe giusto. Ma tutto quello che sento dai fan, e il feedback che ricevo, è che sono molto orientati allo sport. E sono sicuro che i fan vogliono qualcosa che veda davvero vincere i migliori, e non una qualche lotteria".

Capito ha riconosciuto che esperimenti come la telecamera sul casco Bell - provata dal pilota Williams George Russell a Monza - indicano la strada da seguire: "Penso che questo sia qualcosa che deve essere provato, e finalmente dovrebbe essere poi nella macchina di tutti. Quindi penso che tutto ciò che migliora l'intrattenimento e dà più informazioni ai fan sia buono".

Marcin Budkowski, direttore esecutivo Alpine, ha però sottolineato che le nuove idee devono ancora essere adeguatamente testate prima di essere adottate, perché a volte non ottengono ciò che la gente spera: "Siamo qui per i fan, e grazie ai fan. Se nessuno guardasse questo sport, nessuno di noi avrebbe un lavoro. Ma anche se corressimo solo per noi stessi, non avrebbe senso, mancheremmo il punto. Quindi è estremamente importante”.

"L'unica cosa a cui dobbiamo fare attenzione è che a volte ci sono false buone idee che devono essere studiate bene. E avremo sempre bisogno delle squadre o della FIA o della F1 per studiare le idee. Si è parlato molto di cambiare le regole dei pneumatici o di riportare il rifornimento. Quando in realtà si guarda correttamente con gli strateghi, alcune di esse sono false buone idee, perché in realtà non migliorano lo spettacolo. Quindi ascoltiamo i fan. Ma forse facciamo attenzione a non adottare solo qualcosa che i fan potrebbero volere, e in realtà, quando si guardano i dati, non funziona. Quindi questa è l'unica cosa a cui dobbiamo stare attenti".

condivisioni
commenti
Vettel: "Mai stata in discussione la mia presenza nel 2022"

Articolo precedente

Vettel: "Mai stata in discussione la mia presenza nel 2022"

Prossimo Articolo

Hamilton: "Max sentirà la pressione della sfida per il titolo"

Hamilton: "Max sentirà la pressione della sfida per il titolo"
Carica commenti
Minardi: "Verstappen ha anche la maturità del fuoriclasse" Prime

Minardi: "Verstappen ha anche la maturità del fuoriclasse"

Il Gran Premio degli Stati Uniti ha regalato tante sorprese e delusioni. In questo nuovo video di Motorsport.com, ecco i voti ai piloti stilati e commentati da Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi.

Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis"

Max Verstappen ha saputo gestire meglio un posteriore instabile per tutti, in occasione del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1. L'olandese allunga in classifica su Hamilton, che lascia Austin con una vera e propria mazzata a livello morale

Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia" Prime

Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia"

Nuovo video di analisi tecnica di Motorsport.com. Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano quanto accaduto nel sabato di Austin, con una Red Bull che conquista una pole position e una grande occasione. C'è il rischio di ripetere un finale mondiale come Hill/Schumacher nel '94?

Formula 1
24 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida"

Qualifiche strabilianti in quel di Austin, con Max Verstappen che conquista la dodicesima pole della carriera davanti a Lewis Hamilton. Terzo Perez, mentre Charles Leclerc, in virtù della penalità di Bottas, scatterà dalla quarta posizione. Orecchie basse in Mercedes, con una W12 brutta copia di quella vista al venerdì

Formula 1
23 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

Formula 1
22 ott 2021
F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Formula 1
22 ott 2021
Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021