Hungaroring, Libere 1: Ricciardo e Raikkonen davanti alle due Mercedes

condivisioni
commenti
Hungaroring, Libere 1: Ricciardo e Raikkonen davanti alle due Mercedes
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes , Direttore Responsabile
28 lug 2017, 09:47

La Red Bull rivista e corretta arriva a 5 centesimi dal record dell'Hungaroring del 2004, con la Ferrari "vecchia" a un paio di decimi, ma fanno paura le Mercedes che hanno lavorato in funzione della gara. Vettel solo sesto con le Rossa dotata delle novità.

Daniel Ricciardo mostra le credenziali della Red Bull RB13 durante il primo turno di prove libere del GP d'Ungheria: l'australiano con un fantastico 1'18"486 ottenuto con gomme Supersoft è arrivato a 5 centesimi dal record assoluto della pista che resiste dal 2004 quando fu ottenuto da Rubens Barrichello sulla Ferrari. La rivista monoposto di Adrian Newey su una pista dove non conta troppo il motore (Tag Heuer - Renault) ha fatto vedere un importante salto di qualità, ma va detto che tanto Ferrari che Mercedes non hanno cercato le prestazioni dedicandosi nella messa a punto delle monoposto.

Kimi Raikkonen, infatti, è arrivato ad appena 234 millesimi da Ricciardo dopo una lunga sosta ai box che è durata quasi 45 minuti: il finlandese è giunto facilmente a 1'18"720 con la SF70H che ha girato nella vecchia configurazione aerodinamica, mentre le novità tecniche sono state riservate a Sebastian Vettel. Kimi ha avuto un problema al sedile all'inizio e poi i tecnici hanno dovuto verificare qualcosa che non andava nel retrotreno della Rossa: ogni timore è stato fugato, per cui Raikkonen ha messo la Rossa davanti alle due frecce d'argento.

Lewis Hamilton, terzo, è staccato di 372 millesimi dalla Red Bull: la Mercedes è stata la prima a cercare le prestazioni con le gomme Supersoft. L'inglese ha lasciato Valtteri Bottas a quattro decimi, ma va detto che i piloti delle frecce d'argento hanno lavorato molto in funzione della gara inanellando una serie di giri con una regolarità impressionante, per cui i distacchi adesso hanno ben poco significato, tanto che fra i due ha avuto modo di inserirsi Max Verstappen con la seconda Red Bull capace di 1'19"162 con un maggiore carico di carburante.

Le cose non sono andate bene per Sebastian Vettel: il tedesco (autore di un innocuo testacoda alla Curva 11) ha accusato un grave sovrasterzo con la nuova configurazione aerodinamica della Rossa (altri parti nuove sono arrivate da Maranello mentre le monoposto stavano girando) e non è andato oltre il sesto posto, ma il secondo di distacco rimediato da Ricciardo non è veritiero, perché il tedesco ha lavorato molto con gomme usate e non ha cercato il limite della Rossa. Ancora una volta la SF70H è arrivata in pista non in ordine, ma ha mostrato un ottimo potenziale.

Dietro alla Ferrari di Vettel ci sono le due McLaren con Fernando Alonso, settimo, davanti di pochi millesimi a Stoffel Vandoorne: la MCL32 come ogni venerdì spara le sue potenzialità, ma i giapponesi della Honda hanno potuto girare senza problemi.

La top ten è completata da due Renault con Nico Hulkenberg nono capace di 1'20"150, seguito da Jolyon Palmer. L'inglese è entrato nella top ten, ma nel finale ha rovinato tutto il buono che aveva fatto distruggendo l'ala anteriore dopo un passaggio sui cordoli. I detriti in pista hanno costretto la direzione gara a esporre la bandiera rossa, interrompendo con qualche minuto di anticipo il turno.

La sessione è stata interrotta anche dopo mezz'ora dalla bandiera rossa che si è resa necessaria per togliere di mezzo la Haas di Antonio Giovinazzi. Il pilota pugliese, nel corso del suo giro 9 mentre era sulla monoposto di Kevin Magnussen, è uscito alla curva 11 dopo un improvviso sovrasterzo causato pare per un problema alla macchina.

Il giovane italiano non ha potuto riprendere il controllo della VF-17 perché è partita per la tangente scivolando di traverso sulle quattro ruote, per cui Antonio è andato a sbattere contro le barriere con le due gomme del lato sinistro demolendo le sospensioni.

Non ci voleva per il conduttore di Martina Franca che è al secondo venerdì dei sette che la Ferrari gli ha garantito sulla Haas.

E' riuscito a fare anche peggio Romain Grosjean con l'altra Haas che contro le protezioni ci è andato nelle prime battute dopo appena quattro giri: il francese ha urtato con il posteriore, schiacciando l'ala sulle barriere. Sono stati bravi i meccanici del team Usa che sono riusciti a rimandarlo in pista dopo una sosta di 45 minuti, ma Romain non è andato oltre il 16esimo posto.

Felipe Massa ha portato la Williams dotata della nuova aerodinamica all'11esimo posto davanti a Sergio Perez (Force India) e Daniil Kvyat e Carlos Sainz, la coppia della Toro Rosso.

Cla#PilotaChassisMotoreGiriTempoGapDistaccokm/h
1 3 australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 31 1'18.486     200.947
2 7 finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 20 1'18.720 0.234 0.234 200.350
3 44 united_kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 31 1'18.858 0.372 0.138 200.000
4 33 netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 27 1'19.162 0.676 0.304 199.231
5 77 finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 30 1'19.248 0.762 0.086 199.015
6 5 germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 21 1'19.563 1.077 0.315 198.227
7 14 spain Fernando Alonso  McLaren Honda 21 1'19.987 1.501 0.424 197.177
8 2 belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Honda 24 1'20.005 1.519 0.018 197.132
9 27 germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 25 1'20.150 1.664 0.145 196.776
10 30 united_kingdom Jolyon Palmer  Renault Renault 27 1'20.461 1.975 0.311 196.015
11 19 brazil Felipe Massa  Williams Mercedes 28 1'20.540 2.054 0.079 195.823
12 11 mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 23 1'20.574 2.088 0.034 195.740
13 26 russia Daniil Kvyat  Toro Rosso Renault 27 1'20.780 2.294 0.206 195.241
14 55 spain Carlos Sainz Jr.  Toro Rosso Renault 25 1'20.917 2.431 0.137 194.910
15 18 canada Lance Stroll  Williams Mercedes 29 1'20.974 2.488 0.057 194.773
16 8 france Romain Grosjean  Haas Ferrari 20 1'21.313 2.827 0.339 193.961
17 34 mexico Alfonso Celis Jr.  Force India Mercedes 24 1'21.602 3.116 0.289 193.274
18 9 sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 31 1'21.785 3.299 0.183 192.842
19 50 italy Antonio Giovinazzi  Haas Ferrari 8 1'22.251 3.765 0.466 191.749
20 94 germany Pascal Wehrlein  Sauber Ferrari 29 1'22.490 4.004 0.239 191.194

 

Prossimo articolo Formula 1