Hulkenberg spiega: "Ecco perché ho dovuto fare la terza sosta"

Hulkenberg è stato autore di un'ottima gara a Silverstone, rovinata da una terza sosta finale non prevista che, però, è stata forzata. Nico ha spiegato i motivi del pit stop inatteso.

Hulkenberg spiega: "Ecco perché ho dovuto fare la terza sosta"

La gioia del terzo posto ottenuto sabato nelle Qualifiche del Gran Premio 70° Anniversario di Formula 1 è stata in parte raffreddata dall'ultima frazione di gara, in cui Nico Hulkenberg è stato costretto a perdere un quinto posto alla sua portata a causa di un'imprevista terza sosta.

Tornato in pista per gli ultimi giri, Nico non ha potuto fare altro che portare la sua RP20 al traguardo, chiudendo però al settimo posto. Un risultato ben lontano da quello che il tedesco ha mostrato di valere per tutto il fine settimana di Silverstone.

Con la terza sosta, Hulkenberg è stato superato dal compagno di squadra Lance Stroll, ma anche da Alexander Albon che era in rimonta con la Red Bull ma che, a dire la verità, avrebbe faticato a superare in pista senza la sosta aggiuntiva.

Al termine della gara, Hulkenberg ha spiegato per quale motivo il team lo abbia richiamato ai box per fare la terza sosta, perdendo così il quinto posto: "Siamo stati praticamente costretti a fare una sosta, perché avevo tanto blister su entrambe le gomme posteriori".

"A un certo punto ho avvertito vibrazioni forti provenire dal posteriore. Sono apparse in pochi giri. Non credo proprio che le mie gomme sarebbero arrivate alla fine. Ed è stato un peccato. Nella prima metà di gara avevo veramente tutto sotto controllo, ho gestito tutto molto bene".

"Nella seconda parte di gara ho montato le Hard. Erano una mescola differente da quella che ho usato nel primo stint e non hanno funzionato fino alla fine".

Nico ha anche fatto il punto sulla sua situazione fisica, considerando che l'ultimo gran premio lo aveva effettuato a dicembre dell'anno scorso quando ancora difendeva i colori della Renault.

"E' stata dura, ma fortunatamente queste monoposto hanno due supporti per la testa che sono molto vicini al casco, per cui sono riuscito a riposare molto il collo. Sicuramente ho usato molto anche gli altri muscoli del corpo, soprattutto quelli della schiena. Sicuramente nei prossimi giorni sarò un po' indolenzito".

"Sicuramente sono stato fortunato ad avere una gara senza safety car, né con troppa battaglia. Quelle cose, a livello fisico, mi avrebbero messo molto in difficoltà", ha concluso il tedesco.

condivisioni
commenti
F1 2020: orari TV di Sky e TV8 del GP di Spagna

Articolo precedente

F1 2020: orari TV di Sky e TV8 del GP di Spagna

Prossimo Articolo

Allarme Mercedes: "Se non risolviamo il blistering siamo nei guai"

Allarme Mercedes: "Se non risolviamo il blistering siamo nei guai"
Carica commenti
Norris: l'errore fatale è presunzione o inesperienza? Prime

Norris: l'errore fatale è presunzione o inesperienza?

Lando Norris è protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. L'inglese è il vero sconfitto del Gran Premio di Russia di Formula 1: dopo aver condotto buona parte della gara, il pilota McLaren sbaglia a proseguire con gomma slick mentre la pista andava asciugandosi. La troppa voglia di fare bene, spesso, è cattiva consigliera

Minardi: "Norris straordinario, la McLaren complice nell'errore" Prime

Minardi: "Norris straordinario, la McLaren complice nell'errore"

Il Gran Premio di Russia è crocevia della stagione 2021 di Formula 1. A brillare è - in parte - la stella di Lando Norris, che getta alle ortiche una vittoria meritata. Vittoria che, alla fine, va a Lewis Hamilton: la centesima della carriera per il pilota Mercedes. Ma a Brackley c'è poco da gioire: Verstappen, partito ultimo, chiude al secondo posto...

Formula 1
27 set 2021
Bobbi: "Norris, l'errore di guida... è del team!" Prime

Bobbi: "Norris, l'errore di guida... è del team!"

Andiamo ad analizzare il Gran Premio di Russia di Formula 1 in questa nuova puntata del podcast Piloti Top Secret, in compagnia di Matteo Bobbi e Marco Congiu. Dopo una gara stupenda, Lando Norris e la McLaren sbagliano la chiamata più importante della loro stagione, gettando alle ortiche una vittoria quasi conquistata

Formula 1
27 set 2021
Jordan: dal debutto shock in F1 ad una fine ingloriosa Prime

Jordan: dal debutto shock in F1 ad una fine ingloriosa

John Watson è stato il primo pilota a provare la neonata Jordan 191 trovandola subito eccellente. L'ex pilota racconta in prima persona tutte le sensazioni dei primi passi del team di Eddie Jordan in Formula 1.

Formula 1
26 set 2021
GP Russia: Norris, prima pole della carriera! Prime

GP Russia: Norris, prima pole della carriera!

Lando Norris riporta la McLaren in pole position e si prende la prima posizione nelle qualifiche del GP di Russia di Formula 1. Al suo fianco l'inglese trova la Ferrari di Carlos Sainz. Terzo il solito sorprendente Russell, davanti alla Mercedes di Lewis Hamilton

Formula 1
26 set 2021
Piola: "Russell straordinario con una Williams più carica" Prime

Piola: "Russell straordinario con una Williams più carica"

In questo nuovo video di Motorsport. com, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano i motivi che hanno portato il Gran Premio di Russia a regalare una qualifica sorprendente: McLaren in pole, con Norris, davanti a Sainz e Russell. Cos'ha reso questi tre piloti così veloci?

Formula 1
25 set 2021
Bobbi: "Norris prende i cordoli come sull'asciutto" Prime

Bobbi: "Norris prende i cordoli come sull'asciutto"

In questa nuova puntata di Piloti Top Secret, andiamo ad analizzare i vari stili di guida in occasione delle qualifiche del GP di Russia di F1 in compagnia di Matteo Bobbi e Marco Congiu

Formula 1
25 set 2021
Piola: "Mercedes vuole fare la differenza a Sochi " Prime

Piola: "Mercedes vuole fare la differenza a Sochi "

Andiamo ad analizzare le soluzioni tecniche che hanno esordito nel venerdì di Prove Libere del Gran Premio di Russia, commentandole in maniera dettagliata in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola

Formula 1
24 set 2021