Hulkenberg scivola ottavo in griglia: restituito un treno di gomme sbagliato

condivisioni
commenti
Hulkenberg scivola ottavo in griglia: restituito un treno di gomme sbagliato
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
30 lug 2016, 17:14

Hulkenberg penalizzato di una posizione sullo schieramento del GP di Germania perché la Force India dopo le libere 3 ha restituito alla Pirelli un treno di gomme diverso dal bar code dichiarato (anche se era della stessa mescola).

Nico Hulkenberg, Sahara Force India F1
Nico Hulkenberg, Sahara Force India F1 VJM09
Nico Hulkenberg, Sahara Force India F1 VJM09
Nico Hulkenberg, Sahara Force India
Nico Hulkenberg, Sahara Force India F1 VJM09 fa scintille

Un errore. Niente di più. Nessun tentativo di fare i furbi. Questo va detto come premessa. Nico Hulkenberg ci rimette la settima posizione nella griglia di partenza del GP di Germania per uno sbaglio commesso dai meccanici della Force India.

La brillante settima posizione ottenuta dal tedesco davanti al pubblico di casa (è il massimo risultato al quale poteva ambire considerate le sei macchine dei tre top team) si è svaporata nel tardo pomeriggio quando il collegio dei commissari sportivi ha deciso di retrocederlo di una posizione sullo schieramento di domani.

La sua colpa? Assolutamente nessuna! Il fatto è che la squadra alla conclusione delle prove libere del mattino doveva restituire alla Pirelli un treno di gomme, secondo il regolamento. I meccanici del team di Silverstone hanno dichiarato dei numeri di bar code che, invece, non corrispondevano alle quattro gomme che poi sono state effettivamente riportate dal gommista.

Anzi il treno "fantasma" è stato poi utilizzato in Q1 sulla VJM09 di Nico. Va detto che si trattava della stessa mescola e non ci sono stati vantaggi di tipo prestazionale. Per quanto sia stata riconosciuta la buona fede della Force India non è mancata la sanzione che si è abbattuta puntualmente sul pilota.

E' lecito domandarsi perché alla Mercedes che ha commesso l'unsafe realease con Lewis Hamilton all'uscita del box nelle libere 3, quando ha costretto a una frenata di emergenza Romain Grosjean che stava arrivando in corsia, è stata fatta una multa alla squadra, mentre nel caso della Force India è partito il provvedimento nei confronti del pilota?

Qualcuno nel paddock dovrebbe domandarsi come mai si stanno moltiplicando questi errori di natura umana: basterebbe ricordare che il calendario ha imposto quattro Gran Premi in cinque settimane, infarcendo il periodo anche con una sessione di test a Silverstone dopo il GP di Gran Bretagna. Si sta forse tirando la corda?

Prossimo articolo Formula 1
Raikkonen: "Ho molto rispetto per Allison, non commento la sua uscita"

Articolo precedente

Raikkonen: "Ho molto rispetto per Allison, non commento la sua uscita"

Prossimo Articolo

La Ferrari volta pagina: il Reparto Corse con una struttura orizzontale

La Ferrari volta pagina: il Reparto Corse con una struttura orizzontale
Carica commenti