Hulkenberg pagherà il crash del via con 10 posizioni in griglia a Monza

condivisioni
commenti
Hulkenberg pagherà il crash del via con 10 posizioni in griglia a Monza
Di: Franco Nugnes
26 ago 2018, 16:46

Il pilota tedesco della Renault si è assunto la responsabilità del crash alla prima curva subito dopo il via del GP del Belgio. Il collegio dei commissari sportivi gli ha tolto anche tre punti sulla patente.

Nico Hulkenberg, Renault Sport F1 Team R.S. 18, dopo l'incidente alla partenza della gara
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF71H, Sergio Perez, Racing Point Force India VJM11, Esteban Ocon, Racing Point Force India VJM11, Romain Grosjean, Haas F1 Team VF-18, e il resto del gruppo alla partenza. Nico Hulkenberg, Renault Sport F1 Team R.S. 18. va al bloccaggio sullo sfondo
Fernando Alonso, McLaren MCL33, impatta contro la monoposto di Charles Leclerc, Sauber C37, dopo il contatto con Nico Hulkenberg, Renault Sport F1 Team R.S. 18, alla partenza
Fernando Alonso, McLaren MCL33, impatta contro la monoposto di Charles Leclerc, Sauber C37, dopo il contatto con Nico Hulkenberg, Renault Sport F1 Team R.S. 18, alla partenza
Fernando Alonso, McLaren MCL33, impatta contro la monoposto di Charles Leclerc, Sauber C37, dopo il contatto con Nico Hulkenberg, Renault Sport F1 Team R.S. 18, alla partenza
Fernando Alonso, McLaren MCL33, esce dalla sua monoposto dopo essere caduto sulla monoposto di Charles Leclerc, Sauber C37, in seguito al contatto con Nico Hulkenberg, Renault Sport F1 Team R.S. 18, alla partenza

Nico Hulkenberg credeva di farla franca, ma l’errore che ha scatenato il caos alla prima curva del GP del Belgio non poteva passare impunito. Il pilota tedesco della Renault pagherà 10 posizioni nella griglia di partenza di Monza e si vedrà decurtare tre punti sulla patente: questa è la sentenza scritta dal collegio dei commissari sportivi di Spa nel documento numero 39 che è stato affisso alla bacheca della direzione gara.

Il conduttore della monoposto numero 27 quando è stato sentito dai commissari (nel collegio come ex pilota c’era Mika Salo) ha ammesso la propria responsabilità: Nico è arrivato a una velocità spropositata oltre il punto di staccata e ha centrato in pieno la McLaren di Fernando Alonso.

Leggi anche:

La MCL33 dello spagnolo è decollata in volo colpendo l’Halo della Sauber di Charles Leclerc e l’alettone posteriore della Red Bull di Daniel Ricciardo prima di atterrare semi-sfasciata nella via di fuga della Source.

Il botto non ha avuto conseguenze per i piloti (poi Ricciardo privo di carico ha tamponato anche Kimi Raikkonen): è andata bene al monegasco perché una ruota della McLaren ha colpito con una certa violenza la protezione della testa della C37 che sul lato destro mostrava dei chiari segni neri.

 

Prossimo articolo Formula 1
Hamilton: "Ho spinto, ho dato il massimo, ma oggi non avevamo il passo della Ferrari"

Articolo precedente

Hamilton: "Ho spinto, ho dato il massimo, ma oggi non avevamo il passo della Ferrari"

Prossimo Articolo

Fotogallery: la sequenza del terribile incidente al via del GP del Belgio tra Hulk, Alonso e Leclerc

Fotogallery: la sequenza del terribile incidente al via del GP del Belgio tra Hulk, Alonso e Leclerc
Carica commenti