Horner: "Staff Renault in Red Bull, impensabile in normalità"

Il team principal della Red Bull, Christian Horner, ha rivelato lo scenario "impensabile" in cui il personale Renault, comprese figure tecniche senior, ha lavorato nella fabbrica del suo team recentemente nell'ambito del Project Pitlane.

Horner: "Staff Renault in Red Bull, impensabile in normalità"

Normalmente i team sono molto severi su chi ha accesso alla loro struttura, temendo che i loro segreti tecnici vengano rivelati ai rivali.

Ma tutte queste preoccupazioni sono state messe da parte recentemente, quando i team di F1 hanno lavorato insieme per aiutare a progettare e costruire ausili per la respirazione e ventilatori per il governo britannico in risposta alla crisi del coronavirus.

Anche se il ventilatore a basso costo su cui Red Bull e Renault hanno lavorato insieme non è stato messo in servizio, perché il governo ha ritenuto che questo tipo di ventilatore non fosse necessario per ora, Horner ha detto che è rimasto incredibilmente orgoglioso degli sforzi compiuti.

Parlando in esclusiva a Motorsport.com, Horner ha detto: "Penso che abbia detto tanto della Formula 1. Ci siamo rivolti al governo non appena abbiamo visto che la crisi si stava profilando, e poi ci siamo coordinati con le altre squadre".

"Abbiamo identificato un progetto che ci è stato assegnato, e ci è stato assegnato con la Renault. Sono rimasto sbalordito nel vedere i volontari che si sono fatti avanti incondizionatamente 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per sostenere questo progetto".

Leggi anche:

"Abbiamo avuto persone come il nostro capo progettista Rob Marshall che ci hanno lavorato. Penso che ci abbia lavorato per tre notti consecutive, e che abbia fatto sforzi incredibili per trasformare quello che era un concetto piuttosto rudimentale in un ventilatore completamente funzionale, completamente sviluppato".

Come ha rivelato recentemente, la Red Bull aveva un letto per la terapia intensiva e dei prototipi di ventilatori situati nella sua fabbrica di Milton Keynes mentre i lavori erano in corso.

E Horner ha detto che il personale del team Renault stava lavorando al progetto come un tutt'uno con lo staff della Red Bull - nonostante alcune tensioni storiche tra le due squadre.

"A quel punto lo spirito competitivo esce dalla finestra e si tratta di trovare soluzioni" ha detto Horner.

"Così abbiamo avuto persone della Renault che lavoravano nella nostra fabbrica, nella loro uniforme, nel nostro stabilimento. Impensabile in circostanze normali!".

"Avevamo Bob Bell che lavorava al fianco di Rob Marshall, trovando soluzioni che sbalordivano il settore".

"Non è stata solo la soluzione, ma anche la velocità con cui la Formula 1 opera, perché le soluzioni sono state identificate e sviluppate durante la notte, e funzionavano quando la gente è tornata la mattina seguente".

"Quello che normalmente avrebbe richiesto tre anni per far approvare questa macchina, in realtà è stato fatto in tre settimane e mezzo".

 

 

Anche se Horner ha detto che la squadra è stata rattristata dal fatto che il progetto non è stato portato avanti questa volta, dice che alla fine è positivo il fatto che non fosse richiesto proprio ora.

"Naturalmente, c'è stato un certo grado di delusione, visto che non siamo entrati in produzione una volta che eravamo pronti a farlo".

"Ma anche allora, a pensarci bene, è stata un'ottima cosa che non fossero necessari, perché significava che il bisogno del Servizio Sanitario Nazionale non era così grave da richiedere questi ventilatori di emergenza".

"Penso che abbia messo in evidenza l'ingegnosità della Formula 1, la sua capacità di risolvere i problemi, la sua prototipazione rapido, la sua capacità di trovare soluzioni, e l'attitudine a non darsi mai per sconfitti".

"Penso che incarni tutti i lati positivi di questo sport, e alcuni dei più intelligenti e brillanti ingegneri del paese che lavorano in Formula 1".

condivisioni
commenti
Massa: "Alonso il mio compagno più duro, non Schumacher!"
Articolo precedente

Massa: "Alonso il mio compagno più duro, non Schumacher!"

Prossimo Articolo

Formula 1 Stories: Tyrrell, da Jackie Stewart a...Lewis Hamilton!

Formula 1 Stories: Tyrrell, da Jackie Stewart a...Lewis Hamilton!
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura” Prime

Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura”

Insieme a Franco Nugnes ed al dottor Riccardo Ceccarelli andiamo ad analizzare quanto successo in occasione dell'ultimo GP di Formula 1 a Jeddah, dove i piloti si sono dimostrati più forti della paura

Formula 1
8 dic 2021
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Formula 1
7 dic 2021
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021