Horner: "Red Bull non sta sacrificando il 2022 per vincere ora"

Il team principal della Red Bull rassicura: a Milton Keynes non stanno sottraendo risorse al 2022 per cercare di vincere i titoli di quest'anno. Eppure la RB16B è stata evoluta in maniera maggiore rispetto alla W12...

Horner: "Red Bull non sta sacrificando il 2022 per vincere ora"

La Red Bull RB16B è la macchina del momento, nelle mani del pilota del momento: Max Verstappen. Nell'ultimo anno di regolamento vigente, prima della rivoluzione 2022, il team di Milton Keynes sembra avere tutte le carte in regola per rompere l'egemonia che dura da 7 anni firmata dalla Mercedes.

La squadra diretta da Christian Horner è reduce da 5 vittorie consecutive. 4 di queste sono state firmate dall'olandese - ora leader della classifica Mondiale Piloti con 34 punti di vantaggio su Lewis Hamilton - e una da Sergio Perez, sino a questo momento perfetto scudiero in una squadra che sembra aver trovato la quadra a livello umano e tecnico per mettere sotto l'armata di Brackley.

Per ribaltare le sorti di un 2021 che pareva già scritto in partenza, Red Bull ha lavorato e sta lavorando molto, preparando tanti aggiornamenti - ove possibile - per la propria monoposto.

Gli ingegneri che lavorano assieme ad Adrian Newey hanno lavorato sodo su ali, diffusore, fondo e zona dei bargeboard nel tentativo di trovare più prestazione, senza contare l'eccellente supporto di Honda, che si è presentata con una power unit a dir poco superiore rispetto agli anni passati. Un lavoro ben differente rispetto a quello destinato dalla Mercedes allo sviluppo della W12, forse ritenuta a torto imbattibile e oggi in crisi rispetto alla rivale per i titoli.

"Bisogna lavorare settimana per settimana, gara per gara e penso che il team stia facendo un ottimo lavoro per bilanciare le sfide di quest'anno e del 2022", ha affermato Horner, sottolineando come il team non stia affatto sottraendo risorse per la monoposto del prossimo anno, ma solo ottimizzando il budget per essere competitivi in entrambe le annate.

"Non è una novità. Stiamo facendo tanto al momento, ma abbiamo avuto grandi cambiamenti regolamentari a livello tecnico in passato, quindi devi solo bilanciare le tue risorse e applicarle a ciò di cui hai più bisogno. Penso che il team stia lavorando incredibilmente duro, estremamente bene e in modo molto efficace".

Il team principal della Red Bull ha anche affermato di essere preoccupato dal Gran Premio di Gran Bretagna, che si terrà il prossimo fine settimana a Silverstone e che presenterà la prima occasione in cui i team si dovranno confrontare con la Sprint Qualifying e un format di fine settimana rivoluzionario rispetto a quello solito.

"E' un peccato non avere più gare in Austria, perché ora andiamo verso una pista che è stata una vera e propria roccaforte Mercedes nel corso delle ultime 7 stagioni".

"Sarà anche una sfida molto diversa con l'introduzione della Sprint Qualifying, un format differente dell'intero fine settimana. Ovviamente la Mercedes è stata estremamente forte a Silverstone nel corso degli anni e Lewis avrà l'appoggio dei suoi tifosi, correndo in casa. Quindi per noi sarà una grande sfida".

"Sappiamo che Silverstone è una pista Mercedes. Quindi sarà affascinante vedere se potremo fare bene anche su quella pista. Anche perché dobbiamo considerare che sarà anche per noi la gara di casa".

"Abbiamo trovato una buona finestra di lavoro nel corso delle ultime gare e speriamo di poter lavorare all'interno di quella finestra anche a Silverstone", ha concluso Horner.

condivisioni
commenti
Hamilton: "La Sprint Qualifying? Temo sarà un trenino"
Articolo precedente

Hamilton: "La Sprint Qualifying? Temo sarà un trenino"

Prossimo Articolo

Mercedes: W12 plafonata o stop allo sviluppo per il budget cap?

Mercedes: W12 plafonata o stop allo sviluppo per il budget cap?
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021