Horner: "Prima decidiamo il motore, poi rinnoviamo con Ricciardo"

condivisioni
commenti
Horner:
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes , Direttore Responsabile
30 mag 2018, 11:03

Il team principal della Red Bull ha ammesso che la priorità sarà chiudere con la fornitura fra Renault e Honda dopo aver valutate le due unità nuove che si vedranno in Canada, mentre per Daniel bisognerà aspettare che scada l'opzione Ferrari?

Il vincitore della gara Daniel Ricciardo, Red Bull Racing, Jonathan Wheatley, Team Manager, Red Bull Racing, Christian Horner, Team Principal, Red Bull Racing, Helmut Markko, Consulente, Red Bull Racing, Max Verstappen, Red Bull Racing,e il team Red Bull, festeggiano la vittoria
Geri Horner effettua un Hot Lap in una Aston Martin Vanquish S guidata dal marito Christian Horner
Geri Horner si prepara per un Hot Lap in una Aston Martin Vanquish S guidata dal marito Christian Horner
Geri Horner si prepara per un Hot Lap in una Aston Martin Vanquish S guidata dal marito Christian Horner
Il Dr. Helmut Marko, Consulente Red Bull Motorsport, Cyril Abiteboul, Managing Director Renault Sport F1 e Christian Horner, Team Principal Red Bull Racing
Il vincitore della gara Daniel Ricciardo, Red Bull Racing, festeggia nel parco chiuso
Il vincitore della gara Daniel Ricciardo, Red Bull Racing festeggia sul podio con il trofeo
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing, festeggia la vittoria nella piscina della Red Bull Energy Station, con i membri del team

Prima il motore, poi Daniel Ricciardo. Queste sono le priorità della Red Bull Racing. Parola di Christian Horner.

Il pilota australiano, dato per sicuro partente dalla squadra di Milton Keynes, sta riconsiderando la sua posizione dopo lo strepitoso weekend di Monte Carlo, durante il quale, oltre a vincere il settimo Gp, ha ricevuto in mondo visione la chiamata di Dietrich Mateschitz, il quale lo ha invitato a rinnovare un accordo, sconvolgendo i piani di Helmut Marko.

Del resto Daniel ha conquistato una vittoria cristallina con la RB14, mentre il compagno di squadra, Max Verstappen - che ha firmato un lucroso accordo con la Red Bull alla fine dello scorso anno - è partito ultimo dopo un incidente di prova.
"Si potrebbe dire che la vittoria di Daniel ha fatto crescere la sua quotazione sul mercato - ha detto Christian Horner, team principal Reb Bull - .La realtà è che cercheremo di trovare una soluzione per concludere un accordo con Daniel nei prossimi due mesi, perché la prima cosa da mettere a posto è la fornitura del motore”.

Horner ha ammesso che Ricciardo sta alzando il prezzo, essendo l’unico pilota insieme a Lewis Hamilton e Sebastian Vettel ad aver collezionato due vittorie dopo le prime sei gare di quest'anno. Siccome il compenso di Ricciardo è molto minore dei due top driver, è normale che si aspetti una maggiore gratifica economica del suo valore.

La Red Bull prende tempo, consapevole che l’australiano deve prima far scadere l’opzione che lo lega fino a inizio estate dalla Ferrari: fino ad allora il pallino è in mano a Maranello che sta scommettendo sulla conferma di un anno di Kimi Raikkonen.

E così Horner può concentrarsi su quale motore montare sulla monoposto 2019 di Adrian Newey: la Renault ha procrastinato il termine della risposta di un mese, lasciando il tempo al manager di Milton Keynes di valutare dove sarà arrivato il nuovo motore Honda che farà il suo debutto in Canada sulla Toro Rosso STR13.

"Dipenderà tutto dai dati - ha aggiunto Horner – daremo una risposta fra fine giugno e inizio luglio, rispettando una tempistica di cui abbiamo sempre parlato. Stiamo aspettando di vedere con grande interesse quali sono le prestazioni dei motori a Montreal tra due settimane".

Prossimo articolo Formula 1

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Daniel Ricciardo
Team Red Bull Racing
Autore Franco Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie