Horner: "Ora il nostro V6 ha una chiara direzione di sviluppo"

Christian Horner, team principal del team Red Bull Racing, elogia Renault dopo i test di Barcellona: il propulsore sebra aver fatto un buon passo avanti dal 2015. Su Kvyat: "E' al terzo anno, vogliamo che continui a migliorare".

La stagione 2015 è stata decisamente sotto le aspettative per il team Red Bull. Il team diretto da Christian Horner non ha vinto nemmeno un Gran Premio: questo non accadeva addirittura dal 2008. Ecco perché il 2016 dovrà essere il Mondiale del riscatto. 

Proprio il team principal della scuderia anglo-austriaca ha parlato ai microfoni di Motorsport.com, ufficializzando gli obiettivi di Red Bull Racing nella prima parte di stagione, tenendo comunque in considerazione l'impossibilità di dare giudizi attendibili dopo i test invernali di Barcellona.

"Credo sia difficile fare previsione perché non sappiamo il quantitativo di benzina e le mappature del motore utilizzate a Barcellona dai nostri avversari, ma stando alle mie previsioni fatte a poche settimane dall'inizio del Mondiale direi che sarebbe ottimo iniziare essendo già nella Q3 nelle prove ufficiali, specialmente se alla Q3 accederanno meno vetture rispetto agli anni passati. Dopo dovremo cercare di confermarci, ma attendiamo uno step evolutivo della power unit".

Poi, ecco gli elogi che non ti aspetti. Renault aveva già fatto sapere in tempi non sospetti di aver migliorato notevolmente la propria power unit versione 2016. Ai test di Barcellona anche i "bibitari" hanno dovuto - con piacere - prendere atto dei progressi dell'unità motrice francese. 

"Hanno fatto un significativo passa vanti rispetto allo scorso anno riguardo la concentrazione e l'impegno. Ora il nuovo sponsor che rinomina i motori Renault potrebbe assorbire il clima di tensione che si era creato lo scorso anno. Siamo felici di aver notato passi avanti nel propulsore e sembra che ora ci sia una chiara direzione riguardo lo sviluppo. Nessuno si fa illusioni. Abbiamo avuto regole rimaste stabili nel corso dell'inverno, dunque ora sappiamo cosa dobbiamo fare e siamo concentrati nel massimizzare il potenziale di ogni area possibile della vettura".

Per terminare, Horner non ha voluto esimersi dall'esternare le proprie aspettative nei confronti del pilota più giovane della line up Red Bull, Daniil Kvyat. Il russo ha mostrato passi avanti significativi nella seconda parte del campionato 2015, ma ora il team anglo-austriaco non nasconde di volere da lui ancora di più.

"Daniil ha avuto una seconda parte di stagione 2015 molto buona e mi aspetto che continui a migliorare nel corso di quest'anno. Sta entrando nel suo terzo anno in Formula 1 e ora ha un pacchetto ragionevole d'esperienza. Le nostre aspettative su di lui sono chiare. Vogliamo che continui a migliorare, partendo da dove aveva finito lo scorso anno".

Informazioni aggiuntive di Pablo Elizalde

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Daniil Kvyat
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Intervista