Horner: "Il contatto con Albon? Lewis deve farsi delle domande"

Il team principal della Red Bull punta il dito contro Hamilton: "Albon avrebbe potuto vincere senza l'incidente innescato da Lewis. Che motivo aveva di mettere la ruota in quel punto? Il sorpasso era fatto".

Horner: "Il contatto con Albon? Lewis deve farsi delle domande"

Dopo un venerdì a dir poco impressionante, Lewis Hamilton è andato incontro a un fine settimana ben diverso da quello che lui - e tanti altri - si sarebbero aspettati. Sabato, nelle Qualifiche del Gran Premio d'Austria, è stato battuto dal compagno di squadra Valtteri Bottas, il quale ha conquistato la pole.

Ma nella giornata di domenica le cose non sono certo migliorate. Anzi. E' stato retrocesso prima del via di 3 posizioni, partendo quinto in griglia e nell'ultima parte di gara è stato penalizzato di 5" per essere stato giudicato colpevole del contatto che ha messo fuori dai giochi per il podio Alexander Albon.

Il pilota thailandese, forte di un set di gomme nuove Soft montato durante l'ultimo intervento della Safety Car, aveva attaccato Lewis per la seconda posizione. A sorpasso ormai terminato, la ruota anteriore sinistra della Mercedes W11 è entrata in contatto con la posteriore destra della Red Bull RB16.

Leggi anche:

La Direzione Gara ha giudicato irregolare la manovra del 6 volte iridato, sebbene sia Toto Wolff che lo stesso Hamilton abbiano fatto sapere a fine gara di non ritenere la manovra punibile con i 5" inflitti perché considerata semplice contatto di gara.

A chi la manovra di Hamilton proprio non è andata giù è, comprensibilmente, lo stesso Albon. E a fine gara si è aggiunta la voce di Christian Horner.

"La prossima volta che Albon sarà vicino a Hamilton gli dirò di essere prudente!", ha detto il team principal della Red Bull. "Alex non aveva velocità nei rettilinei, dunque sapeva di avere un vantaggio di grip in curva per passarlo fuori dalle curve, in trazione".

"Per quanto lo riguardava, il sorpasso era fatto. Stava iniziando a guardare dove si trovasse Bottas per cercare di andarlo a prendere, quando Hamilton gli ha messo una ruota all'interno. Dunque penso che sia Lewis che dovrebbe farsi delle domande su cosa avrebbe potuto fare diversamente".

"A quel punto Alex aveva di fatto passato Lewis ed era in uscita di curva. Perché Lewis abbia auto la necessità di infilare la ruota in quel punto non ne ho idea. E' ovviamente frustrante per Alex che questa sia la seconda volta in tre gare che abbiamo avuto una situazione del genere. E' stato un peccato, perché penso che avrebbe avuto la possibilità di vincere la gara".

Horner ha poi spiegato perché, a suo avviso, Albon abbia fatto bene ad attaccare subito Hamilton senza attendere un momento ancora più propizio.

"Il più grande vantaggio che ha auto è stato il riscaldamento della gomma Soft, perché la Mercedes era su gomme dure e dopo la safety car erano da riportare in temperatura".

"Abbiamo potuto vedere quanto la Mercedes fosse veloce sui rettilinei, quindi Alex doveva sfruttare il vantaggio di gomma. Ha fatto quello che doveva fare attaccando in curva. Ha fatto quello che doveva fare, non posso essere arrabbiato con lui per quello".

condivisioni
commenti
F1: la Williams farà girare Aitken nelle Libere 1 al GP di Stiria

Articolo precedente

F1: la Williams farà girare Aitken nelle Libere 1 al GP di Stiria

Prossimo Articolo

F1, salta il protocollo: alcuni piloti e team principal a casa?

F1, salta il protocollo: alcuni piloti e team principal a casa?
Carica commenti
Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna Prime

Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna

Si sta facendo un gran parlare attorno alle ali flessibili in Formula 1. A partire dal GP di Francia, la situazione dovrebbe normalizzarsi, ma ecco cos'ha causato l'oggetto del contendere tra Mercedes e Red Bull

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21 Prime

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21

La Scuderia è terza nel mondiale Costruttori con 92 punti davanti alla McLaren: la SF21 ha un potenziale nettamente superiore a quello della SF1000, ma la Rossa finora ha raccolto meno del potenziale mostrato in pista. Andiamo a capire perché c'è una differenza fra il giro secco e il passo gara, per capire come mai a due pole position conquistate in prova non abbia corrisposto almeno una vittoria.

Formula 1
11 giu 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top

15esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 1).

Formula 1
10 giu 2021
Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo Prime

Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo

Con la vittoria a Baku il messicano ha portato punti preziosi nel Costruttori ed ha dimostrato come in questa stagione, nella lotta tra Verstappen e Hamilton, le seconde guide dei due team di punta avranno un ruolo determinante.

Formula 1
10 giu 2021
GP Baku: Perez trionfa nel week end nero Mercedes Prime

GP Baku: Perez trionfa nel week end nero Mercedes

Sergio Perz ha vinto in maniera rocambolesca il Gran Premio d'Azerbaijan, sesta prova del Mondiale 2021 di Formula 1. Il messicano ha avuto la meglio di Vettel e Gasly, con Verstappen out a tre giri dal termine dopo aver ampiamente dominato la corsa

Formula 1
10 giu 2021
Bottas: il vero punto debole della Mercedes Prime

Bottas: il vero punto debole della Mercedes

Valtteri Bottas è il protagonista indiscusso di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il finlandese in Azerbaijan ha vissuto uno dei suoi fine settimana peggiori da quando è in Mercedes. Proviamo a capire ed analizzare quali fattori possono aver portato a ciò.

Formula 1
8 giu 2021
GP d'Azerbaijan: caos, rimonte e sorprese a Baku Prime

GP d'Azerbaijan: caos, rimonte e sorprese a Baku

Il GP d'Azerbaijan di Formula 1 non è stato per nulla avaro di sorprese. A Baku abbiamo assistito ad una gara animata da ricchi colpi di scena, con cambi al vertice e situazioni insperate. Ecco com'è andata nella nostra esclusiva animazione grafica

Formula 1
7 giu 2021
Minardi: “Hamilton non si è voluto accontentare” Prime

Minardi: “Hamilton non si è voluto accontentare”

Andiamo ad analizzare il GP dell'Azerbaijan dando i voti ai piloti di Formula 1 insieme a Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi

Formula 1
7 giu 2021