Horner: "I nostri piloti lotteranno ancora tra loro"

L'unica cosa che chiede il team principal della Red Bull è il rispetto reciproco

Horner:
Nonostante quello che è successo in Turchia, con l'incidente tra Mark Webber e Sebastian Vettel che ha fatto gettare via una potenziale doppietta alla Red Bull, nella squadra della bibita energetica non sembrano assolutamente voler sentir parlare di ordini di scuderia neanche per il futuro. A garantire che i piloti continueranno ad essere libere è stato il team principal Christian Horner, che comunque ha ribadito ancora una volta che l'errore di Istanbul è stato grave. "Entrambi i piloti hanno capito che quanto accaduto è stato un danno per tutti, perchè ci è costata dei punti importanti. Ma era sbagliato permettere ai nostri piloti di gareggiare tra di loro? Non credo proprio" ha spiegato. "Se volessimo vedere dei cortei, diremmo subito ai piloti di mantenere le posizioni subito dopo la partenza, ma questa non è la filosofia della Red Bull. Le gare non devono essere così" ha aggiunto. "Pertanto, continueremo a permettere ai nostri piloti di gareggiare tra loro, ma ci aspettiamo che si rispettino reciprocamente come compagni di squadra, come hanno fatto in diverse occasioni in precedenza" ha concluso.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Mark Webber , Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie