Horner attacca: "Basta zone grigie sui limiti della pista"

Dopo aver perso in maniera inaspettata la vittoria al Gran Premio del Bahrain, il team principal della Red Bull Christian Horner ha sottolineato come non vi debbano più essere punti non chiari nei regolamenti riguardanti i limiti della pista.

Horner attacca: "Basta zone grigie sui limiti della pista"

Al termine del Gran Premio del Bahrain, primo appuntamento del Mondiale 2021 di Formula 1, in casa Red Bull la frustrazione era evidente, tangibile. Il team di Milton Keynes ha visto andare in fumo una vittoria che aveva tra le mani sino a pochi chilometri dal traguardo, in un fine settimana in cui si è dimostrata più forte della Mercedes sotto tutti i punti di vista.

A fine gara i vertici del team britannico hanno palesato la loro frustrazione per la mancanza di chiarezza che a loro avviso si è verificata riguardo cosa fosse e non fosse ammesso in Curva 4, ovvero il punto in cui Max Verstappen ha superato Lewis Hamilton fuori dai limiti della pista, traendo vantaggio duraturo ed essendo così costretto a cedere la posizione al 7 volte iridato. 

"E' stato frustrante", ha dichiarato Horner. "Abbiamo potuto vedere come la Mercedes, appena ha iniziato a spingere, abbia usato quella parte della pista. Abbiamo chiesto alla Race Control se fosse stato possibile farlo. Quando sei in una battaglia e usi quella parte della pista, guadagni 2 decimi. Il direttore di gara ha poi di rispettare i limiti della curva, altrimenti avrebbero preso bandiera bianca-nera".

E così effettivamente è stato. Hamilton, dopo aver superato i limiti della pista a più riprese in Curva 4 nel corso della gara, ha ricevuto un messaggio di Masi, direttore di gara della F1, che lo ha intimato di smettere di andare oltre il cordolo in quella porzione di pista. Altrimenti sarebbe stato costretto a esporre bandiera bianca-nera.

 

Poi Horner ha sottolineato come nelle riunioni del venerdì con i commissari fosse stato chiarito che, in caso di sorpasso fuori dai limiti di Curva 4 il pilota avrebbe dovuto cedere la posizione per aver tratto vantaggio duraturo nei confronti del diretto avversario.

"Ovviamente Max poi è andato largo sorpassando Hamilton proprio in quel punto. Ma prima della gara era stato chiarito che se qualcuno avesse ottenuto un vantaggio uscendo in quel punto, avrebbe dovuto restituirlo. Così lo abbiamo fatto immediatamente. Abbiamo detto a Max di cedere la posizione".

"Penso che con questi limiti di pista ci saranno sempre cose controverse. Dobbiamo solo avere una situazione coerente. Non puoi dire che va bene farlo in gara, ma non puoi superare in quel punto. La situazione dovrebbe prevedere decisioni nette, o bianche, o nere. Non dovrebbero esserci zone grigie".

condivisioni
commenti
Report F1: Verstappen ingenuo nel restituire la posizione
Articolo precedente

Report F1: Verstappen ingenuo nel restituire la posizione

Prossimo Articolo

Masi sui limiti in Curva 4: "Le regole sono sempre state chiare"

Masi sui limiti in Curva 4: "Le regole sono sempre state chiare"
Carica commenti
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021